Edoardo Mortara si è aggiudicato durante la notte la qualification race del Macau Grand Prix di F3 e domenica potrà avvantaggiarsi della partenza al palo nel GP vero e proprio. Come sappiamo, il regolamento di questa manifestazione prevede la disputa, dopo i turni di qualifiche, di una mini-corsa vera e propria per determinare la griglia di partenza definitiva. Le insidie che si annidano in questa gara sono ben note e a farne le spese anche questa volta sono stati in parecchi, anche tra i favoriti, i quali non potranno godere di una buona posizione di partenza, indispensabile tra i muretti e i guardrail che contornano la stretta sede stradale della città-stato asiatica.

Primo fra tutti ahimè il migliore nelle qualifiche, l'olandese Carlo van Dam, che si è dovuto ritirare al primo giro a causa di una foratura per avere sfiorato i muretti della Mandarin. Nella sfortuna purtroppo Van Dam ha trascinato con sé anche il compatriota Renger van der Zande, colpito alla San Francisco Bend nel tentativo di rientrare ai box.Subito fuori della partita anche Jules Bianchi, Atte Mustonen, Max Chilton, Cong Fu Cheng, James Jakes e Brendon Hartley, che non ha potuto evitare la vettura ferma del pilota dell’ART Grand Prix, causando un’immediata bandiera rossa che rallentava la fuga del leader provvisorio Keisuke Kunimoto. Peccato per il veloce neozelandese che si prenderà la soddisfazione del giro più veloce.Al settimo giro Mortara riesce finalmente a passare di forza Kunimoto in frenata alla Lisboa, dopodichè nei tre restanti giri ha costruito un margine di sicurezza di oltre 1” sul giapponese.A seguire sul traguardo un pacchetto di inseguitori ravvicinati. La lotta per il gradino più basso la spunta il brasiliano Roberto Streit, quindi Oliver Turvey, Sam Bird, Jaime Alguersari e Stefano Coletti, 7°, a parziale soddisfazione delle ambizioni del Prema Powerteam.

Sempre parlando di colori italiani, buon 11° posto per James Winslow dopo una gara tutta in rimonta con la vettura dell’Ombra, proprio davanti al belga Laurens Vanthoor con la vettura dell’RC Motorsport. Gara non tra quelle da ricordare invece per per i relativi compagni di squadra, Massaki Matsuhita e Nicola De Marco, 18° e 19°, ultimi tra i classificati. Sugli scudi quindi Mortara ed il Team Signature Plus, attendendo domani per sapere chi sarà il successore di Oliver Jarvis nel libro d’oro del GP di Macau.

Piero Lonardo

 

Nella foto, il podio. Da sinistra a destra, Kunimoto, Mortara e Streit

 

Clicca qui per l’ordine di arrivo della Qualification Race


Stop&Go Communcation

Edoardo Mortara si è aggiudicato durante la notte la qualification race del Macau Grand Prix di F3 e domenica potrà […]

http://www.stopandgo.tv/wp-content/uploads/2011/12/Macau_podioqual.jpg GP Macau – Qualification Race: Edoardo Mortara di forza