Non se la passa affatto male l’ATS Formel 3 Cup, che a poco più di un mese e mezzo dal via della stagione (il primo round sarà quello di Zandvoort del 6 maggio) conta già 17 iscritti sicuri. Un numero che fa senza dubbio gola a tutti gli altri campionati di Formula 3, ad eccezione soltanto dell’European Open che gode a sua volta di ottima salute.

La scelta di non adottare l’ultima generazione di telai (ora arriveranno le Dallara F311) sembra aver dato i suoi frutti, così come l’adozione del monomotore Volkswagen dotato dell’innovativo push-to-pass.

“Questo boom è certamente stato propiziato dalla nostra attenzione ai costi”, ha affermato il boss della serie Bertram Schafer. “L’utilizzo di un propulsore unico riduce le spese per le scuderie senza incidere sulla competitività del campionato, e il push to pass offre una tecnologia che replica il KERS della Formula 1”.

Al momento la squadra meglio rappresentata è la Lotus (ossia la Motopark), con quattro alfieri ufficializzati. La formazione campione in carica, Van Amersfoort Racing, mira a pareggiare i conti in attesa di ufficializzare il quarto ingaggio.

Fra le novità ancora rimaste nascoste, la HS Engineering ha scelto Luca Stolz. Interessante new-entry è il team ma-con, che si dividerà tra la classe principale e l’ATS Formel 3 Trophy riservato alle vecchie monoposto, per le quali la motorizzazione sarà ancora libera. In questa “classe B” ci saranno almeno cinque concorrenti: fra questi ci sarà ancora il gentleman Luca Iannaccone, sempre con il Leipert Motorsport.

Quest’anno la rappresentativa italiana sarà decisamente rafforzata: punta di diamante sarà Lorenzo Camplese, alfiere della Eurointernational. L’altra squadra tricolore della partità, lo ricordiamo, sarà la ADM Motorsport.

Jacopo Rubino


Stop&Go Communcation

Non se la passa affatto male l’ATS Formel 3 Cup, che a poco più di un mese e mezzo dal […]

http://www.stopandgo.tv/wp-content/uploads/2012/03/f3-210312-02.jpg Germania – 17 auto già confermate, la F3 tedesca in buona salute