Non è mancato di certo lo spettacolo nel ritorno tanto atteso del FIA F3 European Championship tra le strade della cittadina pirenaica, con tre corse ricche di colpi di scena. Vediamo chi sale e chi scende dopo il terzo weekend della stagione nella personale classifica firmata Stop&Go!

UP – Esteban Ocon, Tom Blomqvist e Jake Dennis – Cominciano a mancare gli aggettivi per descrivere l’incredibile inizio di stagione di Esteban Ocon: il rookie di Prema Powerteam anche sull’impegnativo tracciato cittadino ha dimostrato di avere una marcia in più dominando gli avversari sul giro da qualifica, con due pole-position, e confermando, ancora una volta nelle tre corse, le grandi doti da calcolatore. I campioni del passato insegnano che alla velocità pura va unita l’intelligenza tattica di capire quando è utile rischiare oltre il limite, e il 18enne sembra averla naturalmente nel suo bagaglio tecnico. Straordinario il ruolino di marcia, con la vittoria di Gara 1 e i due secondi posti a Pau, il francese ha centrato il podio 8 volte su 9 corse, ed ora il vantaggio in classifica generale sul primo degli inseguitori Tom Blomqvist, è salito a quota 57 punti. COMPUTER

Come detto, l’unico che sta cercando di impensierire i sogni di gloria di Ocon è Tom Blomqvist: l’inglese ha fatto valere l’esperienza tra gli stretti passaggi dell’ostico circuito francese, e una volta sbarazzatosi della penalità di 10 posizioni inflitta per la sostituzione del motore ad Hockenheim (da scontare su tre corse, ndr) ha tirato fuori gli artigli con una prestazione maiuscola in Gara 2. Il gusto della vittoria è sempre dolce, ma quello di una vittoria all’ultimo giro, con tanto di sorpasso al leader del campionato, lo è ancora di più. SMALIZIATO

Piccola nota di merito anche per l’inglese Jake Dennis: l’alfiere della Carlin non aveva particolarmente impressionato nei primi round, ma sul tracciato cittadino ai piedi dei Pirenei la musica è cambiata. Con il primo podio in stagione agguantato in Gara 2, e i due quarti posti nelle altre due corse del fine settimana, Dennis può guardare con ottimismo al resto dell’annata. CONCRETO

DOWN – Max Verstappen, Nicholas Latifi e Antonio Fuoco – Se la settimana scorsa il rookie del team Van Amersfoort Racing occupava meritatamente la nostra classifica di gradimento per il primo successo in carriera nella serie, non si può dire lo stesso dopo l’appuntamento di Pau. Di certo un tracciato che non perdona il minimo errore non è il giusto banco di prova per un pilota che muove i primi passi in monoposto, ma il promettente inizio di weekend lasciava presagire un finale diverso. Il figlio d’arte ha pagato l’inesperienza, e dopo il buon terzo posto nella gara del sabato, alla domenica si è reso protagonista di una serie di errori causati dalla troppa foga e dalla poca dimestichezza con la lotta “corpo a corpo”. INESPERTO

Weekend in terra francese da dimenticare anche per Nicholas Latifi: il canadese di Prema cercava il riscatto dopo gli sfortunati appuntamenti di Silverstone e Hockenheim, ma il round di Pau si è trasformato in un calvario con tre ritiri causati tutti da incidenti. Restare invischiati nella lotta a centro gruppo è sempre un rischio su un tracciato cittadino, ma questa volta la colpa la deve imputare più ai suoi sbagli che non all’eccessivo agonismo degli avversari. DISTRATTO

Pesante zero in classifica anche per il nostro Antonio Fuoco: il crash durante la prima sessione di libere del venerdì ha rovinato i piani di attacco del cosentino della Academy Ferrari, che ha dovuto convivere con un persistente dolore alla mano, ferita nell’incidente. Tra antidolorifici e notti insonni non ci si poteva legittimamente attendere molto di più da Antonio. Speriamo in un ritorno al top della forma per il prossimo round di Budapest. ACCIACCATO

Siete d’accordo con i nostri giudizi? Commentate sulla pagina Facebook, su Google +, e su Twitter con l’hashtag #stopandgosocial!

Andrea D’India

twitter: @andreadindiaf1

 


Stop&Go Communcation

Non è mancato di certo lo spettacolo nel ritorno tanto atteso del FIA F3 European Championship tra le strade della cittadina pirenaica, con tre corse ricche di colpi di scena. Vediamo chi sale e chi scende dopo il terzo weekend della stagione nella personale classifica firmata Stop&Go!

http://www.stopandgo.tv/wp-content/uploads/2014/05/admin-ajax.jpg FIA Championship – Round 3, Pau