Grazie ad un vero e proprio regalo di Alexander Albon, è Maximilian Gunther il vincitore della seconda tappa al Norisring. Il tedesco vince a sorpresa davanti allo stesso Albon (Signature) e a Charles Leclerc (Van Amersfoort).

In seguito ad una gara 1 bagnata e fortunatamente con pochi incidenti, ci ha pensato gara 2 a rimettere in ballo le voci sui troppi incidenti in F3. Ben quattro safety car hanno animato la corsa e rimescolato le carte. Dopo l’ultima, la gara è ripartita con un arrembante Leclerc che, per prima ha sorpassato Albon e successivamente si è buttato all’inseguimento di George Russell, temporaneamente primo. Alla staccata del tornantino, Albon arriva a ruote bloccate costringendo il pilota Van Amersfoort ed il pilota Carlin ad allargare la traiettoria per evitare il contatto. Con una finestra letteralmente spalancata, Gunther ha preso la testa della corsa a sorpresa, riuscendo a vincere la gara davanti al pilota Signature e a Leclerc. Un vero e proprio regalo che ha rimescolato le carte a due minuti dalla fine.

Quarto posto per Lance Stroll (Prema), guadagnato nelle ultime fasi concitate della gara, soltanto quinto George Russell, il pilota Carlin era al comando della corsa a pochi giri dalla fine.

Gara due amara per Dennis, Giovinazzi e Rosenqvist, tutti e tre fuori dalla zona punti e coinvolti in incidenti di gara. Per il britannico della Prema è il secondo zero del weekend. Incolpevole Dennis, si è ritrovato con la vettura fuori uso dopo uno scontro con Ferrucci e Giovinazzi. Il pilota della Mucke, tentando il sorpasso sull’italiano, lo ha portato al contatto con Dennis. Ala anteriore rotta per il pilota Carlin e 22esimo posto finale.
Stessa sorte per Rosenvist, viene coinvolto in un contatto durante i primi giri e, a causa di un pit forzato, sprofonda in classifica chiudendo al 17esimo posto.

Brutto incidente quello di Michele Beretta, l’italiano dopo un contatto, sempre al tornantino, vero e proprio palcoscenico di tutti gli incidenti di gara, ha preso il volo, cappottandosi e finendo contro il muro. Dopo lo spavento iniziale, per fortuna Beretta, è uscito dalla vetture senza danni.

Di seguito la classifica di gara 2.
1) Maximilian Gunther GER Kfzteile24 Mucke Motorsport
2) Alexander Albon THA Signature +0.495s
3) Charles Leclerc MON Van Amserfoort Racing +1.034s
4) Lance Stroll CAN Prema Powerteam +1.906s
5) George Russell GBR Carlin +2.251s
6) Mikkel Jensen DEN Kfzteile24 Mucke Motorsport +3.115s
7) Gustavo Menezes USA Jagonya Ayam Carlin +3.755s
8) Dorian Boccolacci FRA Signature +5.181s
9) Alessio Lorandi ITA Van Amersfoort Racing +5.555s
10) Brandon Maisano ITA Prema Powerteam +6.001s
11) Markus Pommer GER Motopark +6.223s
12) Tatiana Calderon COL Carlin +6.984s
13) Sam MacLeod GBR Motopark +8.506s
14) Arjun Maini IND Van Amserfoort Racing +8.521s
15) Fabian Schiller GER Team West-Tec F3 +10.094s
16) Callum Ilott GBR Carlin +10.914s
17) Felix Rosenqvist SWE Prema Powerteam +12.768s
18) Raoul Hyman ZAF Team West-Tec F3 +12.838s
19) Julio Moreno ECU ThreeBond T-Sport +13.721s
20) Mahaveer Raghunathan IND Motopark +17.540s
21) Matthew Rao GBR Fortec Motorsports +30.159s
22) Antonio Giovinazzi ITA Jagonya Ayam Carlin +35.235s
23) Sergio Sette Camara BRA Motopark +38.349s
24) Nabil Jeffri MYS Motopark +1 lap
25) Matt Solomon HKG Double R Racing +1 lap
Non classificati.
– Fittipaldi
– Ling
– Dennis
– Ferrucci
– Beretta
– Pohler
– Tveter

Credits: F3 Media
Simone Corradengo 


Stop&Go Communcation

Grazie ad un vero e proprio regalo di Alexander Albon, è Maximilian Gunther il vincitore della seconda tappa al Norisring. […]

http://www.stopandgo.tv/wp-content/uploads/2015/06/2015-FIA-F3-06-Suer-3694-e1435426800571.jpg FIA Championship – Norisring, gara 2: Vince Günther a sorpresa, terzo Leclerc