Da ieri sera è scoppiato un vero e proprio caos nel paddock del Red Bull Ring, relativo al risultato delle qualifiche ufficiali del FIA F3 Championship. Alla luce di risultati quantomeno rari di diversi big della categoria, infatti, al termine delle sessioni diversi team (Eurointernational, Van Amersfoort, Fortec, Prema e Mucke in parte) si sono confrontati cercando una spiegazione. Spiegazione che pare sia riconducibile a una partita di treni di pneumatici da pioggia più vecchi di quelli usati da altri team (Carlin e URD Rennsport su tutti), che non hanno invece accusato alcun problema e anzi hanno fatto la differenza ieri in qualifica.

I rumors del paddock avvisano di una protesta scritta e ufficiale presentata dal team principal della Eurointernational, Antonio Ferrari, all’organizzazione. Situazione grottesca (ma palese) di tre griglie di partenza inusuali per valori in campo… Cosa succederà? Probabilmente nulla, perché di fatto non c’è alcun dolo da parte di nessuno. Il campionato è sano, anzi sanissimo e professionale come pochi al mondo. Rimane solo l’amaro in bocca per una partita di gomme vecchie usate da alcuni team, e altre appena acquistate da altri decisamente più nuove e performanti.

Ora c’è da augurarsi che in gara, su un circuito tortuoso come questo di Spielberg, non si  verifichino incidenti con piloti solitamente più lenti a fare da “tappo” ai big della categoria.

Michele Benso


Stop&Go Communcation

Da ieri sera è scoppiato un vero e proprio caos nel paddock del Red Bull Ring, relativo al risultato delle […]

http://www.stopandgo.tv/wp-content/uploads/2013/06/drivers_fia_f3_champ_2013_hankook.jpg FIA Championship – Esclusivo: Caos gomme a Spielberg, qualifiche drogate?