Le emozioni sono sempre garantite nell’European Formula 3 Open! La seconda manche dell’appuntamento francese di Magny Cours va infatti in archivio con un mucchio di sorprese: vince l’idolo locale Emmanuel Piget su uno scatenato Marco Barba e, udite udite, su un fantastico Biagio Bulnes, al suo primo podio in carriera nella stagione d’esordio al volante di una Dallara F308 di classe A, dopo la gavetta eseguita la scorsa stagione nel ‘Copa’ in sella alla F306. Nel bene e nel male è sempre quindi la RP Motorsport a far notizia… Ieri vincitrice con uno straordinario Fumanelli e disperata per la debacle di un tostissimo Ceccon, oggi felicissima per il suo italo-venezuelano di Viareggio, ma con l’amaro in bocca per il ritiro del Cek (poleman grazie all’inversione della griglia nelle prime sei posizioni) e una ‘magra’ ottava piazza finale per Fumanelli, penalizzato oggi dalla direzione gara con la stessa moneta con cui era stato trattato Ceccon in gara 1, per uno start anticipato che lo aveva portato subito a ridosso delle posizioni da podio. Da sottolineare l’umore del driver di Lesmo, letteralmente inbufalito per le scorrettezze subìte in bagarre dopo aver scontato il drive through, peccato.

Dicevamo delle emozioni, davvero infinite quest’oggi a Magny Cours… Perchè oltre alle brutte notizie per i colori italiani sopra citati (Bulnes a parte), piange anche Macleod, incappato in una frenata troppo anticipata quasi macabra di Montserrat che da doppiato ha provocato il tamponamento inevitabile del britannico del Team West Tec. Risultato? Ritiro per entrambi, così come era già successo in precedenza per Ceccon, che ha le ha tentate proprio tutte per cercare di rimediare a una brutta partenza dal palo nel tentativo di sorpasso proprio al provvisorio leader Macleod, ricevendo però il ‘benservito’ dal folletto inglese. Due tornate appena per Correa, che ha ricevuto compagnia nel clud dei ritirati anche da Jammal, al lap 16 dopo uno spettacolare cappottamento con 4/5 piroette in aria dopo la toccata con Filgueira, e Villalba al giro 14, in seguito a una toccata con un grintosissimo Barba che come detto chiuderà poi in seconda posizione alle spalle di Piget e davanti a Bulnes, Monje, Beltoise, Fernandez, Fumanelli, Quesada e Filgueira.

Chi merita invece tutti gli applausi è senza ombra di dubbio il valenciano del Team Cedars, davvero straordinario a rimontare dall’ultima fila fino alla scia del vincitore francese. Barba si rifà così dello zero in casella rimediato ieri in gara 1 e ristabilisce le distanze con Macleod nell’Assoluta grazie proprio al ritiro del suo diretto inseguitore Macleod. Occhio alla coppia Fumanelli-Ceccon però che, giunti appena al giro di boa di campionato, appaiono pronti a lanciare l’attacco alla leadership nelle prossime tappe, più congeniali ai loro stili di guida… La serie si fermerà ora per la pausa estiva. Si tornerà in pista a settembre nell’appuntamento di Brands Hatch, in programma nel weekend del 18/19 sul circuito londinese.

Classifica Gara 2 (clicca qui per il pdf)

Nella foto, Biagio Bulnes (RP Motorsport)

Michele Benso


Stop&Go Communcation

Le emozioni sono sempre garantite nell’European Formula 3 Open! La seconda manche dell’appuntamento francese di Magny Cours va infatti in […]

http://www.stopandgo.tv/wp-content/uploads/2011/12/mc_bulnes2.jpg European Open – Magny-Cours, Gara 2: La ‘roulette’ premia Piget. Barba 2°, primo podio per Bulnes. Out il Cek, 8° Fumanelli