Tanto spettacolo e colpi di scena nella prima corsa del weekend dell’Euroformula Open a Spa: a vincere è stato, tanto per cambiare, Sandy Stuvik che ha avuto la meglio dopo uno splendido duello fatto di sorpassi e controsorpassi, dello spagnolo Alex Palou.

Come detto non è mancato lo show in questa Gara 1, condizionata dal classico meteo variabile delle Ardenne, che ha mischiato più e più volte le carte, rivoluzionando la classifica finale: al via lo scatto migliore è quello del catalano di Campos Racing, Palou, che a La Source sfila il poleman Stuvik, ma lo stesso thailandese di RP Motorsport poche centinaia di metri dopo, sul lungo rettifilo del Kemmel restituisce il favore riprendendo la testa del gruppo.

Nelle retrovie un contatto alla prima curva tra William Barbosa, Costantino Peroni e Wei Fung Thong rende necessario l’ingresso della safety-car che neutralizza per due giri la contesa: alla ripartenza Palou sfrutta la scia del rivale al Kemmel sorpassando ancora una volta il leader della corsa, che risponde alla grande all’esterno della Bus Stop. Nella mischia per la prima posizione prova ad inserirsi anche Yarin Stern, ma alla quarta tornata l’israeliano viene tradito dalle prime gocce di pioggia che iniziano a cadere a Stavelot, finendo mestamente nella ghiaia.

La sfortuna di Stern è proprio quella di aver sbagliato in una delle poche curve in cui lo spazio di fuga è occupato ancora dalla ghiaia e non dall’asfalto: come spesso accade a Spa solo parte dei 7km del tracciato belga viene bagnato dalla pioggia, e nei tratti umidi si consuma il valzer degli errori, che non risparmia nemmeno il duo di testa.

Prese le misure con le condizioni dell’asfalto, Stuvik allunga sul giovanissimo rivale spagnolo, conquistando sotto la bandiera a scacchi, dopo 14 giri, la settima vittoria stagionale, aumentando a 20 lunghezze il vantaggio in classifica generale del campionato.

A salire sul terzo gradino del podio è un raggiante John Simonyan: il russo regala un’ulteriore soddisfazione alla RP, precedendo al traguardo Alexander Toril, Tanart Sathienthirakul e Christopher Hoer. A punti vanno anche Nicolas Pohler (7°), Sean Walkinshaw (8°), il saudita di RP Motorsport, Saud Al Faisal, ottimo nono grazie alla scelta di montare gli pneumatici da bagnato, e Yu Kanamaru che conquista l’ultimo punto in palio con la decima piazza.

Chiude mestamente al quattordicesimo posto l’altro contendente al titolo, Artur Janosz, che a pochi giri dal termine ha tentato l’azzardo rientrando in pit-lane per “indossare” la gomma wet: il rischio non ha pagato e il polacco ha così perso la terza posizione, accontentandosi della parziale consolazione del raggiungimento del giro più veloce in gara.

Classifica Gara 1

  1. Sandy Stuvik – RP Motorsport – 14 giri
  2. Alex Palou – Campos Racing – +12.609
  3. John Simonyan – RP Motorsport – +28.550
  4. Alexander Toril – EmiliodeVillota Motorsport – +28.869
  5. Tanart Sathienthirakul – West-Tec – +30.140
  6. Christopher Höher – BVM – +30.297
  7. Nicolas Pohler – West-Tec – +30.391
  8. Sean Walkinshaw – Campos Racing – +39.412
  9. Saud Al Faisal – RP Motorsport – +48.572
  10. Yu Kanamaru – EmiliodeVillota Motorsport – +1:27.279
  11. Andres Saravia – RP Motorsport – +1:32.083
  12. Henrique Baptista – DAV Racing – +1:49.527
  13. Konstantin Tereschenko – Campos Racing – +1:54.413
  14. Artur Janosz – RP Motorsport – +1 giro

Ritirati

  • Yarin Stern – West-Tec – 4 giri
  • Che-One Lim – EmiliodeVillota Motorsport – 1 giro
  • Wei Fung Thong – West-Tec – 0 giri
  • Costantino Peroni – DAV Racing – 0 giri
  • William Barbosa – Corbetta Competizioni – 0 giri


Stop&Go Communcation

Il thailandese di RP Motorsport vince una corsa caotica condizionata dalle mutevoli condizioni meteo. Seconda posizione per Alex Palou, ottimo terzo John Simonyan.

http://www.stopandgo.tv/wp-content/uploads/2014/09/euroformula-spa-stuvik-r1-1024x682.jpg Euroformula Open – Spa, Gara 1: Stuvik vince e consolida la leadership in campionato