Alle ore 14.00 di domani scatterà ufficialmente l’edizione 2010 del campionato Euro Series nel cuore della Francia, che però non potrà più contare su enormi e lunghissime file di vetture schierate ai box, perché l’avvento della GP3, la crisi nel sostenere i costi e la conseguente uscita di scena di importanti team, ne hanno comportato l’inizio di una fine quanto mai vicina dall’avversarsi. Prima Carlin, poi Manor ed infine l’uscita di scena della SG Formula, che tornerà quest’anno alla ribalta assieme a Cram in Italia, hanno dato il KO definitivo ad una serie che fino al 2009 preferiva coccolarsi sugli allori anziché badare ai problemi venuti dopo.

Uscite di scena, quindi, delle formazioni di primo livello e rimasti all’appello addirittura 13 piloti al via, l’Euro Series è soltanto all’inizio di un lungo tunnel che la porterà ad uscire di scena senza applausi a fine stagione, per cui cercando di dimenticare il futuro, viene preferito pensare al presente e andiamo quindi a rivisitare quali saranno i contender per il titolo di campione continentale e di successore dell’ultimo forse vero re della serie, Jules Bianchi.

La squadra di riferimento sarà l’ART Grand Prix, che presenterà da domani ai cancelletti di partenza un tris di campioni, in un mix di esperienza, talento e classe da vendere. E’ difficile scegliere tra Bottas e Sims, ma i favori del pronostico sono puntati verso il finlandese, il quale già lo scorso anno fece tremare in qualche circostanza le velleità iridate dell’ex compagno Bianchi. Il driver britannico, secondo solo a Bottas nella classifica dei Rookie, mise in mostra tutto il suo potenziale al Nurburgring, quando riuscì per la prima volta a mettere il piede sul gradino più alto del podio nella carriera di F3, surclassando addirittura l’allora team-mate e navigato Vietoris. I due, si presume, faranno gara a sé per la disputa del titolo, ma è anche vero che non bisognerà sottovalutare il cocco di casa, Jim Pla, appena uscito dalla filiera assodata della F.BMW, merito di un finale di stagione incredibile concentrato in quattro successi consecutivi tra Spa e Valencia.

Detto questo, la lista dei favoriti si restringe e va a scontrarsi con l’altra potenza del campionato, ossia la Mucke Motorsport, che quest’anno potrà contare sul talento cristallino di Roberto Merhi, ex Manor e adesso voglioso di riconquistare la ribalta messa a disposizione su un piedistallo dalla Mercedes. Ma occhio allo stesso tempo all’altro spagnolo, Carlos Munoz, il quale ha stupito tutti durante i test collettivi invernali, e sarà certamente un osso duro anche per l’esperto compagno.

L’unica buona notizia per i nostri colori riguarda il ritorno di Mortara, che lotterà per il titolo assecondato dal budget della Signature, formazione di riferimento della Volkswagen. Il driver ginevrino è tornato dopo un anno di militanza in GP2 con Arden, quando lasciò l’Euro Series con qualche sassolino ancora nella scarpa. Adesso che c’è l’occasione, è giunta l’ora di scagliare la prima pietra. Velocissimo nell’ultima sessione di test, Laurens Vanthoor si candida al ruolo di miglior attore non protagonista della serie. Proveniente dal mondo dorato della F3 tedesca, dominando come pochi sanno fare una categoria ancora competitiva, l’olandese sarà il solito cliente ostico per tutti da superare e che farà piacere agli uomini Signature nella lotta al titolo a squadre.

Fuori tre, il preview prosegue a ritmi elevati verso la presentazione dell’unica formazione tricolore rimasta a sbandierare i propri sogni di gloria in Euro Series; si tratta ovviamente della Prema, che scenderà in pista con Daniel Juncadella, ex pilota Red Bull nella F.BMW Europe con Eurointernational, e comportatosi discretamente in inverno. L’altro protagonista sarà Nicolas Marroc, pilota con diverse esperienze internazionale ed ultimo, più nota, quella nel campionato tedesco di F3. Ed infine chiudiamo con la punzonatura, usando un termine conosciuto nel mondo ciclistico, della Motopark che darà battaglia per la prima volta con i Volkswagen e schiererà tutti piloti provenienti dalle serie Renault; in primis, Adrian Quaife Hobbs (Formula Renault Eurocup), poi Matias Laine (ex Formula Renault UK) ed infine il più contento di tutti, Antonio Felix Da Costa, sempre ex Formula Renault Eurocup. Felice perché è sicuro di approdare in GP2 il prossimo anno nelle file della Ocean Racing Technology del connazionale Tiago Monteiro.

Il countdown ha le ore contate, sono pronti i motori per essere accesi e in condizioni di dare battaglia. Domani, alle ore 14, si terranno le prime libere stagionali, per poi proseguire la giornata con le qualifiche verso le 17.30. Le due gare si disputeranno tra il sabato e la domenica, con orari piuttosto comodi, perché i semafori rossi di Gara 1 si spegneranno per le 11, mentre quelli di Gara 2 alle ore 9.

Stefano Chinappi – Antonio Mancini


Stop&Go Communcation

Alle ore 14.00 di domani scatterà ufficialmente l’edizione 2010 del campionato Euro Series nel cuore della Francia, che però non […]

http://www.stopandgo.tv/wp-content/uploads/2011/12/00_start.jpg Euro Series – Le Castellet, Preview: Sta per scadere il countdown, ART e Mucke pronte a darsi battaglia!