Piove, cambiano le condizioni, la direzione gara opta per la partenza in safety car e impazzano i "pit stop" dopo la scelta delle gomme, ma alla fine il risultato è praticamente lo stesso di gara 1: Vervisch davanti a tutti sia nella corsa che nella classifica generale di campionato con ben 80 punti sulle 61 lunghezze di Chinosi e Cecotto, appaiati al secondo posto assoluto.

Insomma un'altra bella prova di forza del driver belga dello Jo Zeller Racing, che viene "scortato" al traguardo ancora dal connazionale Laurens Vanthoor. Una giornata d'oro per il Belgio, che fa l'eco alla lezione rifilata alla nostra Nazionale calcistica alle Olimpiadi di Pechino (Azzuri battuti 3-2 dal Belgio e fuori dai Giochi senza medaglie) …

Il terzo gradino del podio è finito invece nelle mani del brasiliano Rafael Suzuki, autore anche del giro più veloce della corsa, che ha preceduto sotto la bandiera a scacchi la velenosa coppia dell'HS Technik formata nell'ordine da Cecotto Jr. e Saavedra. A ridosso della top five il tedesco Mirocha e l'austriaco Tweraser la spuntano su Nilsson, Chukanov e Matteo Chinosi, decimo all'arrivo come in qualifica, seguito dal torinese Federico Glorioso e dal cinese Fong.

Tredicesima e quattordicesima posizione tutta "rosa" con Rahel Frey davanti a lady Van der Lof, mentre Oberhauser chiude i Top 15 su Swart, Herndlhofer e Giulio Glorioso. Archiviano la fila degli arrivati Wagner e Iannaccone; mesti ritiri invece per i fratelli Hauser, Al Fardan e Federico Leo, comunque quarto miglior rookie della stagione e autore di una splendida gara 1 come descritto nel precedente report.

Gara 2

Classifica Campionato

Nella foto, Frederic Vervisch (Jo Zeller Racing) sotto la bandiera a scacchi


Stop&Go Communcation

Piove, cambiano le condizioni, la direzione gara opta per la partenza in safety car e impazzano i "pit stop" dopo […]

http://www.stopandgo.tv/wp-content/uploads/2011/12/vervisch2.jpg D – Nurburgring, Gara 2: Vervisch “rain man” azzecca la doppia e fugge via in campionato