Sette le attuali squadre confermate al via della stagione 2011: fuori i tre team italiani, arrivano Lotus e Virgin?

Sembra essere stato compiuto il primo importante passo verso la definizione della griglia di partenza della GP2 Series edizione 2011: come noto, oltre all’arrivo della nuova monoposto Dallara e dei pneumatici Pirelli, la categoria cadetta affronterà il suo terzo ciclo triennale dopo una procedura di selezione delle squadre iscritte.

Nel week-end di Budapest i team attualmente al via avrebbero ricevuto una lettera contenente la decisione presa dagli organizzatori. Secondo quanto riporta il giornalista inglese Will Buxton (attuale reporter di SPEEDtv), sono sette le compagini confermate. Si tratta di ART Grand Prix, Barwa Addax, iSport, Arden, Super Nova, Racing Engineering e DAMS, sulla base dei risultati conseguiti dal 2008 ad oggi, della loro situazione economica e della longevità di appartenenza al campionato.

Il rischio concreto quindi, secondo il collega anglosassone, sarebbe quello di avere una GP2 priva di scuderie italiane. Nell’elenco delle escluse ci sarebbero infatti Coloni, Trident e addirittura Rapax, nonostante i fantastici risultati conseguiti in questa stagione con Pastor Maldonado. L’equipe veneta, nata sulle ceneri della Piquet GP, pagherebbe dazio per essere considerata una struttura debuttante: una motivazione che appare comunque alquanto discutibile… Sarebbe poi difficile giustificare l’estromissione del possibile team vincitore di entrambi i titoli.

A riguardo Paolo Coloni (Team Principal della scuderia umbra, a cui Stop&Go ha chiesto lumi, è stato categorico: “Non è un problema che ci riguarda, abbiamo già avuto le nostre garanzie e confermo di far parte della truppa anche nel prossimo triennio, avendo comunque sempre rispettato tutti i pagamenti e avendo altresì in dote un palmarès di tutto rispetto. Sulle altre squadre che Buxton cita? Ripeto, non è un problema mio, Coloni è a posto”.

A salutare lo schieramento dopo il round di Abu Dhabi del 13/14 novembre ci saranno sicuramente secondo le nostre fonti DPR e Ocean Racing Technology. La formazione portoghese, a dispetto delle smentite dei proprietari Jose Guedes e Tiago Monteiro, non starebbe attraversando un periodo facile dal punto di vista finanziario, seppur appena al secondo anno di attività dopo l’acquisto della BCN.

Nel gruppo delle new-entry, invece, Buxton da per certo l’ingresso della malese Meritus, a lungo corteggiata dagli organizzatori dopo la positiva esperienza in GP2 Asia, ma che secondo Stop&Go sarà invece scartata per problematiche extra sportive che approfondiremo più avanti… Più veritiera la candidatura di Carlin, più volte ritenuta vicina all’ingresso in passato. Assieme a loro Lotus (data anche da Stop&Go per certa) e Virgin, con Bernie Ecclestone estremamente favorevole all’idea di vedere dei veri e propri junior team della F1, come già accaduto nel legame stretto fra DAMS e Renault. L’ultimo dei 13 slot disponibili (bisogna considerare pure quello lasciato vacante dalla Durango a fine 2009) sarebbe oggetto di contesa fra Status Grand Prix, Mucke Motorsport e Signature. La squadra irlandese, che sta facendo molto bene in GP3, viene considerata la favorita di questo trio.

L’annuncio ufficiale dovrebbe comunque arrivare durante l’appuntamento di Monza programmato a metà settembre.

Jacopo Rubino – Michele Benso


Stop&Go Communcation

Sette le attuali squadre confermate al via della stagione 2011: fuori i tre team italiani, arrivano Lotus e Virgin? Sembra […]

http://www.stopandgo.tv/wp-content/uploads/2011/12/news31.jpg Voci dall’Inghilterra vedono un 2011 senza squadre italiane. Fantasia o realtà? Coloni smentisce categorico a Stop&Go!