In lotta fino all’ultimo per il titolo di GP3 nel 2011, James Calado sembra già calzare bene i panni del primattore anche in GP2 Series. Il portacolori della Lotus ha firmato il successo di Gara 2 a Sepang, il secondo in quattro manches disputate nella categoria cadetta.

“È un inizio di stagione fantastico. Avevo già assaporato la vittoria lo scorso anno ad Abu Dhabi ed era stata senza dubbio molto bella: credo che da lì non abbiamo smesso di crescere”, ha detto il britannico.

“Le qualifiche mi hanno dato una grande carica, perché mi aspettavo un distacco dalla pole position di quattro o cinque decimi, invece ero lontano di soli 144 millesimi. Dopo essere partito sesto ero un po’ deluso alla fine della prima corsa (ha chiuso 8°, ndr), ma in fondo non era male! Ho avuto infatti l’opportunità di conquistare i miei primi punti e di scattare dalla pole domenica”.

“In Gara 2 mi sono assicurato di fare uno scatto pulito e di mantenere il comando, per poi crearmi un margine che non consentisse a Esteban (Gutierrez, ndr) di attaccarmi. Da quel momento si è trattato solo di gestire le gomme, il degrado era incredibilmente elevato. Non c’era bisogno di spingere troppo, ma mi sono goduto ogni singolo giro”.

La vera impresa, però, a nostro avviso Calado l’ha compiuta proprio in Gara 1, affrontata senza l’ausilio radio e soprattutto senza avere la possibilità di utilizzare la borraccia per bere durante la corsa. Nella “fornace” malese non è certo roba da poco.

Jacopo Rubino


Stop&Go Communcation

In lotta fino all’ultimo per il titolo di GP3 nel 2011, James Calado sembra già calzare bene i panni del […]

http://www.stopandgo.tv/wp-content/uploads/2012/03/gp2-260312-02.jpg Un week-end da leone per James Calado a Sepang