Il pilota inglese ha riconfermato le ottime impressioni destate la scorsa stagione piazzandosi subito in cima alla classifica dei tempi nella prima giornata di test GP2 di Abu Dhabi.

Jolyon Palmer (trasferitosi in DAMS dopo la fruttosa esperienza in Carlin) ha saputo sfruttare al meglio la pista sempre piu’ gommata nel finale di sessione stampando a pochi minuti dal termine il crono di 1’49”126 , sufficiente a tenere a bada l’ultimo assalto del promettente neo-acquisto Russian Time, Mitch Evans, unico pilota ad essersi veramente avvicinato al ritmo di Palmer fermandosi a poco piu’ di un decimo.

In terza posizione troviamo il secondo alfiere DAMS, il monegasco Stèphane Richelmi, tra i piu’ attivi in pista dopo la pausa pranzo di mezzogiorno. Per Richelmi il miglior tempo di 1’49”756, distaccato di oltre sei decimi dal compagno di casacca.

Ad una manciata di centesimi dal terzo posto di Richelmi troviamo il talento tedesco Daniel Abt, primo pilota uscito in pista in mattinata nel tentativo di gommare il tracciato ancora scivoloso di Yas Marina.

Grande attività in mattinata per piloti quali Alexander Rossi e Rio Haryanto, precipitati poi nel pomeriggio in classifica generale con l’entrata in pista di nomi del calibro di Felipe Nasr, Johnny Cecotto, Stefano Coletti alla sua prima in Racing Engineering ed il debuttante Stoffel Vandoorne, portacolori ART. Per il talentuoso pilota belga un ottimo quinto posto con il tempo di 1’49”790.

Completa la top ten Arthur Pic, fratello del Charles impegnato come terzo pilota Lotus in F1. Il giovane francese è approdato quest’anno in GP2 nel team Campos dopo una luna esperienza maturata nella WSR.

Fuori dai primi dieci il nostro portacolori, Raffaele Marciello, quattordicesimo sotto la bandiera a scacchi al suo debutto da pilota ufficiale Racing Engineering dopo la breve uscita di novembre scorso. Una prima giornata tutta pane ed esperienza quella di oggi per Lello, impegnato in diversi installation lap e verifiche tecniche in mattinata. Il tempo di 1’50”161 ottenuto dal pilota italiano nelle ultime ore del pomeriggio e i tanti giri percorsi (40 totali) rimangono comunque un buon punto di partenza su cui impostare il lavoro delle prossime due giornate.

Da segnalare ben quattro bandiere rosse: Artem Markelov e Facu Regalia in mattinata costretti a parcheggiare la macchina a bordo pista per problemi tecnici. Julian Leal della Carlin apre le danze  nel primo pomeriggio, sempre a causa di un guasto, mentre il rookie Axcil Jefferies della Trident è stato protagonista di un testacoda alla curva 19.

 

Classifica mattina

  1. Rio Haryanto– EQ8 Caterham Racing – 1:50.862
  2. Alexander Rossi – EQ8 Caterham Racing – 1:51.135
  3. Jolyon Palmer – DAMS – 1:51.232
  4. Stèphane Richelmi– DAMS – 1:51.479
  5. Felipe Nasr – Carlin – 1:51.590
  6. Johnny Cecotto– Trident– 1:51.599
  7. Julian Leal – Carlin– 1:51.609
  8. Jon Lancaster– MP Motorsport – 1:51.765
  9. Rene Binder – Arden International – 1:51.893
  10. Mitch Evans – RT Russian Time – 1:51.928
  11. Stefano Coletti– Racing Engineering– 1:52.121
  12. Kimiya Sato– Campos Racing – 1:52.179
  13. Daniel Abt – Hilmer Motorsport – 1:52.259
  14. Facu Regalia– Facu Regalia – 1:52.398
  15. Nathanaël Berthon – Trident Racing – 1:52.586
  16. Raffaele Marciello – Racing Engineering – 1:52.621
  17. Arthur Pic – Campos Racing – 1:52.820
  18. Conor Daly – Venezuela GP Lazarus – 1:53.022
  19. Simon Trummer – Rapax – 1:53.041
  20. Adrian Quaife-Hobbs – Rapax – 1:53.163
  21. Axcil Jefferies – Trident – 1:53.686
  22. Artem Markelov– RT Russian Time – 1:53.807
  23. Takuya Izawa – ART Grand Prix– 2:23.231
  24. Stoffel Vandoorne – ART Grand Prix – 2:23.750
  25. Andre’ Negrao – Arden International – no time
  26. Daniiel De Jong – MP Motorsport – no time

 

Classifica pomeriggio

  1. Jolyon Palmer – DAMS – 1:49.126
  2. Mitch Evans– RT Russian Time – 1:49.292
  3. Stèphane Richelmi – DAMS – 1:49.756
  4. Daniel Abt– Hilmer Motorsport – 1:49.777
  5. Stoffel Vandoorne – ART Grand Prix – 1:49.790
  6. Johnny Cecotto– Trident– 1:49.892
  7. Felipe Nasr – Carlin– 1:49.896
  8. Stefano Coletti – Racing Engineering – 1:49.963
  9. Alexander Rossi – EQ8 Caterham Racing – 1:50.018
  10. Arthur Pic – Campos Racing – 1:50.204
  11. Takuya Izawa – ART Grand Prix – 1:50.219
  12. Andre’ Negrao – Arden International – 1:50.241
  13. Rio Haryanto – EQ8 Caterham Racing – 1:50.259
  14. Raffaele Marciello – Racing Engineering – 1:50.261
  15. Daniil De Jong – MP Motorsport – 1:50.265
  16. Facu Regalia – Hilmer Motorsport – 1:50.289
  17. Jon Lancaster – MP Motorsport – 1:50.434
  18. Rene Binder – Arden International – 1:50.496
  19. Julian Leal – Carlin – 1:50.541
  20. Artem Markelov – RT Russian Time – 1:50.925
  21. Conor Daly – Venezuela GP Lazarus – 1:50.933
  22. Nathanaël Berthon – Venezuela GP Lazarus – 1:51.026
  23. Simon Trummer – Rapax– 1:51.043
  24. Axcil Jefferies – Trident – 1:51.300
  25. Kimiya Sato – Campos Racing – 1:51:331
  26. Adrian Quaife-Hobbs – Rapax – 1:51.437

 

Lorenzo Lucidi


Stop&Go Communcation

Il neo-acquisto DAMS domina la prima giornata di test precedendo Evans e Richelmi. Quattordicesimo il nostro portacolori Raffaele Marciello

http://www.stopandgo.tv/wp-content/uploads/2014/03/F80P3611.jpg Test Yas Marina, Day 1: Jolyon Palmer subito leader