Simulazioni di qualifica in Bahrain, con il team EQ8 Caterham Racing che va a conquistare la prima fila virtuale nella seconda giornata di test GP2 sul tracciato di Sakhir.

Rio Haryanto ha chiuso al top con l’impressionante crono di 1’39”129, riferimento di ben tre decimi inferiore al tempo record imposto lo scorso anno dal campione 2013, Fabio Leimer. In mattinata, il 21enne indonesiano e’ riuscito infatti a strappare la prima piazza al compagno Alexander Rossi (leader nella giornata di ieri), secondo a meno di un decimo dal top.

Un netto divario separa i due battistrada Caterham dai primissimi inseguitori: Julian Leal del team Carlin e’ terzo ad oltre quattro decimi da Haryanto.

Quarto posto e tanta soddisfazione per il nostro portacolori, Raffaele Marciello. Il pilota Racing Engineering ha confermato i miglioramenti mostrati ieri stampando il tempo di 1’39”704, quanto basta per poter sfondare in top five e proiettarsi al quarto posto, a circa mezzo secondo dal leader di giornata.

Chiude la top five l’onnipresente Jolyon Palmer del team DAMS, reduce da una tre giorni di Abu Dhabi semplicemente esaltante. Il pilota britannico chiude in 1’39”854, precedendo Mitch Evans del team Russian Time ed il belga esordiente Stoffel Vandoorne, settimo in 1’39”913.

Cielo nuovoloso e sporadiche quanto sorprendenti gocce di pioggia hanno destato piu’ di qualche preoccupazione ai piloti GP2, costretti a rimanere ai box a pochi minuti dalla pausa pranzo. Dopo il break il sole ha fatto di nuovo capolino nel deserto del Bahrain, rialzando le temperature e permettendo ai team di riportare le proprie vetture in pista.

Nel pomeriggio tanta attività in pista, con la maggior parte delle squadre impegnate in long run su mescola dura dopo le simulazione di qualifiche della mattinata.

Stephane Richelmi e’ ottavo, il secondo pilota DAMS e’ il primo a salire sopra il muro del minuto quaranta. Alle sue spalle Rene Binder del team Arden ed il giapponese Kimiya Sato della Campos Racing. Lontano il nostrano Vittorio Ghirelli del team Trident, solo ventesimo dopo la sorprendente prestazione offerta nella giornata di ieri.

Classifica finale di sessione

1. Rio Haryanto – EQ8 Caterham Racing – 1’39″129
2. Alexander Rossi – EQ8 Caterham Racing – 1’39″173
3. Julian Leal – Carlin – 1’39″538
4. Raffaele Marciello – Racing Engineering – 1’39″704
5. Jolyon Palmer – DAMS – 1’39″854
6. Mitch Evans – RT Russian Time – 1’39″870
7. Stoffel Vandoorne – ART Grand Prix – 1’39″913
8. Stephane Richelmi – DAMS – 1’40″045
9. Rene Binder – Arden – 1’40″126
10. Kimiya Sato – Campos Racing – 1’40″154
11. Nathanael Berthon – Venezuela GP Lazarus – 1’40″190
12. Artem Markelov – RT Russian Time – 1’40″191
13. Conor Daly – Venezuela GP Lazarus – 1’40″233
14. Adrian Quaife-Hobbs – Rapax – 1’40″250
15. Andre Negrao – Arden – 1’40″314
16. Takuya Izawa – ART Grand Prix – 1’40″678
17. Felipe Nasr – Carlin – 1’40″786
18. Arthur Pic – Campos Racing – 1’40″840
19. Johnny Cecotto Jr – Trident – 1’40″779
20. Vittorio Ghirelli – Trident – 1’40″991
21. Daniel De Jong – MP Motorsport – 1’41″041
22. Stefano Coletti – Racing Engineering – 1’41″106
23. Jon Lancaster – MP Motorsport – 1’41″166
24. Simon Trummer – Rapax – 1’41″436
25. Facundo Regalia – Hilmer Motorsport – 1’41″476
26. Daniel Abt – Hilmer Motorsport – 1’41″746

Lorenzo Lucidi


Stop&Go Communcation

Rio Haryanto ed Alexander Rossi del team EQ8 Caterham Racing chiudono al top. Continua la progressione del nostro Raffaele Marciello, splendido quarto

http://www.stopandgo.tv/wp-content/uploads/2014/03/SBL7826.jpg Test Sakhir, Day 2: Haryanto e Rossi davanti, Marciello quarto!