Ancora una volta la storia si ripete: Kamui Kobayashi, confermando un comunque splendido momento di forma, ha svettato nella prima giornata di test collettivi della GP2 Series disputati oggi al Paul Ricard. Sul circuito nella configurazione denominata "3D" da 3853 metri, il giapponese ha spiccato il best lap nel pomeriggio, approfittando di una fase non disturbata dalla pioggia, costante fissa per gran parte del giorno. Il portacolori della DAMS, nonché collaudatore della Toyota in Formula 1, ha fermato i cronometri sul 1'15.434, bel lontano dai principali riferimenti segnati su questa pista (di solito attorno al minuto e 10). Alle spalle di Kobayashi si è inserito a sorpresa Will Brat, 19enne britannico proveniente dalla F3 Spagnola. Schierato dalla DPR, con cui aveva già girato a fine settembre, l'inglese ha preceduto un altro sorprendente debuttante, Koudai Tsukakoshi, in azione tra le fila del team Campos.

Due nipponici nella top-three dunque, con Luca Filippi, quarto, a capitanare il gruppetto degli italiani che comprende inoltre Davide Valsecchi, Marcello Puglisi, entrambi impegnati assieme alla Durango, e Fabio Onidi. Valsecchi al termine della frazione mattutina era stato il più veloce di tutti, segnando un 1'18.496 che in ogni caso la dice lunga su quali fossero le condizioni dell'asfalto. Significativo, comunque, che il corridore milanese abbia rifilato la bellezza di un secondo e mezzo al principale inseguitore, il belga Jerome D'Ambrosio, settimo nella graduatoria assoluta di fine prove.

Molto bene anche il giovane Charles Pic, quinto con la Piquet Sports, seguito da Giedo Van Der Garde: l'olandese, campione in carica della World Series, è sesto. Da segnalare Nico Hulkenberg, decimo con la ART Grand Prix, dove quasi sicuramente andrà ad affiancare il già annunciato Pastor Maldonado nella prossima stagione "europea". Fabio Leimer, protagonista in F.Master, ha esordito assieme alla Trident chiudendo in 19esima piazza.

Storica la presenza di Natacha Gachnang: la bellissima svizzera è infatti la prima donna a guidare una vettura di GP2, seppur i risultati non siano stati eccelsi. Bisogna però ricordare che l'elvetica, cugina fra l'altro di Sebastien Buemi, è stata l'unica che non ha avuto modo di migliorarsi nel pomeriggio; in mattinata era riuscita infatti a chiudere 19esima. Nel pomeriggio Mike Conway è stato sostituito dal connazionale Oliver Turvey sulla monoposto della iSport. Di nuovo assente la BCN Competicion, in attesa che la compagine spagnola, come vi abbiamo riportato alcuni giorni fa, venga rilevata dalla cordata capitanata da Tiago Monteiro, alfiere della Seat nel WTCC.

Appuntamento a domani: alle 9:00 scatterà il semaforo verde del Day 2, ma le previsioni annunciano ancora pioggia intensa…

Jacopo Rubino

Classifica

01. Kamui Kobayashi – DAMS – 1'15.434
02. Will Brat – DPR – 1'15.749
03. Koudai Tsukakoshi – Campos Team – 1'16.072
04. Luca Filippi – Super Nova – 1'16.082
05. Charles Pic – Piquet Sports – 1'16.221
06. Giedo Van Der Garde – iSport International – 1'16.268
07. Jerome D'Ambrosio – DAMS – 1'16.368
08. Roldan Rodriguez – Piquet Sports – 1'16.394
09. Andreas Zuber – Racing Engineering – 1'16.395
10. Nico Hulkenberg – ART Grand Prix – 1'16.432
11. Luiz Razia – FMS International – 1'16.520
12. Davide Valsecchi – Durango – 1'16.541
13. Mike Conway – iSport International – 1'16.557
14. Vitaly Petrov – Campos Team – 1'16.638
15. Alberto Valerio – ART Grand Prix – 1'16.893
16. Michael Herck – DPR – 1'17.268
17. Marcello Puglisi – Durango – 1'17.457
18. Julien Jousse – Trident Racing – 1'17.472
19. Fabio Onidi – Super Nova – 1'17.656
20. Sten Pentus – Racing Engineering – 1'18.205
21. Fabio Leimer – Trident Racing – 1'18.353
22. Christian Ebbesvik – Trust Team Arden – 1'18'549
23. Nelson Panciatici – Trust Team Arden – 1'19.404
24. Oliver Turvey – iSport International – 1'21.161
25. Natacha Gachnang – FMS International – 1'26.060


Stop&Go Communcation

Ancora una volta la storia si ripete: Kamui Kobayashi, confermando un comunque splendido momento di forma, ha svettato nella prima […]

http://www.stopandgo.tv/wp-content/uploads/2011/12/GP211110811.jpg Test Paul Ricard, Day 1: Domina la pioggia, miglior tempo di Kobayashi