Anche nella sessione di prove libere della GP2 Series a Spa-Francorchamps non possiamo trarre indicazioni davvero attendibili. Il copione è stato simile a quello della Formula 1: la prima metà del turno si è svolta su asfalto (quasi) asciutto, poi è arrivata la pioggia che ha costretto a utilizzare le gomme rain.

Senza dubbio l’inizio del week-end è però di buon auspicio per Romain Grosjean, che domani potrebbe già laurearsi campione. È stato il francese a ottenere il miglior tempo in 2:00.634, qualche minuto prima che sulla pista si abbattesse il terzo acquazzone della mattinata. L’alfiere della DAMS ha già dato dimostrazione della propria grinta mostrando i muscoli in un duello rusticano con Luca Filippi iniziato alla chicance Bus Stop, proprio in occasione del suo giro più veloce.

In 2° posizione ha chiuso Michael Herck, scampato alla pioggia ma lontano ben otto decimi dalla vetta. Il romeno della Scuderia Coloni è tallonato ad un millesimo da Marcus Ericsson, e a breve distanza si trova pure Giedo van der Garde: l’olandese (ormai unico antagonista di Grosjean per la conquista del titolo) è anche incappato in un testacoda a Fagnes, tradito da un cordolo umido nelle fasi iniziali.

Dietro di lui Charles Pic e Luiz Razia, seguiti da Max Chilton, Christian Vietoris e Jules Bianchi. Il collaudatore della Ferrari ha tastato il terreno girando con le slick anche sul bagnato: un esperimento che potrebbe avere una certa utilità nell’economia del week-end, considerato l’imprevedibile meteo che caratterizza le Ardenne.

Avvio interlocutorio per Sam Bird (12°), mentre è una falsa partenza quella degli italiani Davide Valsecchi (18°) e Filippi (20°), così come per la new-entry Brendon Hartley. Il neozelandese, al debutto con la Ocean Racing Technology e alla prima presa di contatto con la nuova Dallara, figura 24° davanti all’esperto Adam Carroll, che qui vinse nel 2005 la Sprint Race in condizioni analoghe a quelle odierne.

Da segnalare il bizzarro incidente di Jolyon Palmer, andato a sbattere appena uscito dalla pit-lane.

Classifica

01. Romain Grosjean – DAMS – 2:00.634
02. Michael Herck – Scuderia Coloni – 2:01.413
03. Marcus Ericsson – iSport – 2:01.414
04. Giedo van der Garde – Barwa Addax – 2:01.438
05. Charles Pic – Barwa Addax – 2:01.467
06. Luiz Razia – Caterham AirAsia – 2:01.523
07. Max Chilton – Carlin – 2:01.650
08. Christian Vietoris – Racing Engineering – 2:01.741
09. Jules Bianchi – Lotus ART – 2:01.852
10. Dani Clos – Racing Engineering – 2:01.950
11. Mikhail Aleshin – Carlin – 2:02.049
12. Sam Bird – iSport – 2:02.160
13. Stefano Coletti – Trident Racing – 2:02.169
14. Julian Leal – Rapax – 2:02.180
15. Rodolfo Gonzalez – Trident Racing – 2:02.702
16. Johnny Cecotto – Ocean Racing Technology – 2:02.885
17. Josef Kral – Arden – 2:03.135
18. Davide Valsecchi – Caterham AirAsia – 2:03.403
19. Fairuz Fauzy – Super Nova – 2:03.640
20. Luca Filippi – Scuderia Coloni – 2:03.686
21. Esteban Gutierrez – Lotus ART – 2:03.934
22. Fabio Leimer – Rapax – 2:04.892
23. Pal Varhaug – DAMS – 2:05.827
24. Brendon Hartley – Ocean Racing Tecnology – 2:05.875
25. Adam Carroll – Super Nova – 2:09.175
26. Jolyon Palmer – Arden

Jacopo Rubino


Stop&Go Communcation

Anche nella sessione di prove libere della GP2 Series a Spa-Francorchamps non possiamo trarre indicazioni davvero attendibili. Il copione è […]

http://www.stopandgo.tv/wp-content/uploads/2011/10/gp2-260811-01.jpg Spa, Libere: Romain Grosjean si mette subito in mostra