Il terzultimo atto stagionale della GP2 Series, sul magnifico tracciato di Spa-Francorchamps, si è aperto con pista bagnata, dopo il diluvio abbattutosi durante le prove libere della Formula 1. Con il passare dei minuti, in ogni caso, le condizioni dell'asfalto sono via via migliorate (anche grazie a un timido sole che ha fatto capolino tra i nuvoloni) permettendo a molti piloti di abbassare in maniera consistente i propri riferimenti cronometrici.

Alla fine, approfittando del tracciato praticamente asciutto, il più veloce di tutti si è rivelato Pastor Maldonado. Il driver venezuelano, grande interprete del tracciato delle Ardenne, ha staccato in extremis un 2:04.889 che gli ha permesso di battere per 969 millesimi Alvaro Parente, piuttosto competitivo con l'umido. Nico Hulkenberg ha dato sfoggio di un grosso potenziale stazionando a lungo davanti a tutti (anche con distacchi abissali) prima di essere scalzato nelle fasi di chiusura. In realtà il tedesco avrebbe potuto tornare in vetta, ma ha abortito il suo ultimo tentativo dopo aver fatto segnare il record nei primi due intermedi.

Il portacolori della ART Grand Prix ha terminato quindi in quarta piazza, preceduto pure da Giedo Van Der Garde, ma comunque davanti al diretto rivale nella lotta al titolo: Vitaly Petrov è infatti settimo, con Jerome D'Ambrosio e Alberto Valerio rispettivamente quinto e sesto. Abbastanza bene Sergio Perez, ottavo dopo il doppio arrivo a podio nella tappa valenciana. Il leader della pattuglia italiana è per il momento Davide Valsecchi, decimo tra le fila della Barwa Addax, sua nuova compagine dallo scorso round. Edoardo Mortara e Davide Rigon sono invece 13esimo e 14esimo, con Luca Filippi 17esimo. Più indietro Stefano Coletti, penultimo alla prima volta in GP2 con il bagnato. Solo 15esimo Lucas Di Grassi.

Come prevedibile i concorrenti sono stati protagonisti di vari controlli al limite delle proprie monoposto. Da segnalare ad esempio l'escursione nella ghiaia di Nelson Panciatici o il "lungo" di Alberto Valerio alla staccata di Les Combes. Michael Herck ha patito un guasto nei minuti conclusivi, parcheggiando la sua macchina nel primo settore. Sono rimaste invece ferme ai box le vetture del team PartyPokerRacing (l'ex Fisichella Motor Sport), con Andreas Zuber e Luiz Razia che non hanno potuto far altro che osservare i colleghi a braccia conserte.

Appuntamento alle 16:00 con le qualifiche che determineranno lo schieramento di Gara 1.

Jacopo Rubino

Classifica

01. Pastor Maldonado – ART Grand Prix – 2:04.889
02. Alvaro Parente – Ocean Racing Technology – 2:05.858
03. Giedo van der Garde – iSport International – 2:07.119
04. Nico Hulkenberg – ART Grand Prix – 2:07.961
05. Jerome d'Ambrosio – DAMS – 2:09.453
06. Alberto Valerio – Piquet GP – 2:11.910
07. Vitaly Petrov – Barwa Addax – 2:11.929
08. Sergio Perez – Arden International – 2:12.406
09. Javier Villa – Super Nova  – 2:12.760
10. Davide Valsecchi – Barwa Addax  – 2:12.991
11. Roldan Rodriguez – Piquet GP – 2:13.407
12. Dani Clos –  Racing Engineering – 2:13.469
13. Edoardo Mortara –  Arden International – 2:13.488
14. Davide Rigon – Trident Racing – 2:14.008
15. Lucas di Grassi – Racing Engineering – 2:14.231
16. Kamui Kobayashi – DAMS – 2:14.377
17. Luca Filippi – Super Nova – 2:14.770
18. Nelson Panciatici – Durango – 2:15.019
19. Karun Chandhok – Ocean Racing Technology – 2:15.410
20. Diego Nunes – iSport International – 2:15.638
21. Ricardo Teixeira – Trident Racing – 2:17.542
22. Franck Perera – DPR – 2:17.592
23. Stefano Coletti – Durango – 2:17.605
24. Michael Herck – DPR – 2:18.071

La classifica ufficiale è stata rivista in un secondo momento, determinando la modifica della cronaca. Ci scusiamo per il disagio


Stop&Go Communcation

Il terzultimo atto stagionale della GP2 Series, sul magnifico tracciato di Spa-Francorchamps, si è aperto con pista bagnata, dopo il […]

http://www.stopandgo.tv/wp-content/uploads/2011/12/00_maldonado1.jpg Spa – Libere: Nel finale svetta Maldonado. Quarto Hulkenberg, Petrov settimo