Mettendo in scena una prestazione impeccabile, Josef Kral centra a Spa-Francorchamps la sua prima vittoria in GP2 Series, nel weekend che ha segnato il suo riscatto in una stagione fin qui da dimenticare. Il pilota ceco, quinto in griglia, si è portato subito al comando di Gara 2 per rimanerci fino al traguardo, tagliato dopo 18 giri nei quali ha avuto la situazione sempre in pugno.

È stata comunque una corsa piuttosto movimentata: Felipe Nasr, bravo a gestire le gomme, nel finale ha messo nel mirino James Calado (3°), a cui ha strappato la seconda posizione proprio all’ultima curva, avendo la meglio in un emozionante duello.

È giunto 4° il vincitore di ieri Marcus Ericsson, seguito da Fabio Leimer. A punti anche Stephane Richelmi, Rio Haryanto e Stefano Coletti.

Nei primi otto avrebbero potuto concludere comodamente anche Esteban Gutierrez (13°) e Julian Leal (9°), in lotta per la quarta piazza quando il messicano ha azzardato un attacco all’interno della curva 9, uscendo sulla ghiaia assieme al rivale della Trident.

Nulla di fatto invece per Luiz Razia e Davide Valsecchi, i due contendenti al titolo clamorosamente fuori gioco già al primo giro. Colpa del brasiliano, che nel tentativo (ottimistico) di sorpassare all’esterno Calado nella curva che immette sul Kemmel, è andato sull’erba umida perdendo il controllo della macchina. Proprio Valsecchi, appena più indietro, non ha potuto evitarlo danneggiando poi la macchina contro il guardrail.

Nonostante il tentativo di proseguire, il driver lombardo ha dovuto poi rinunciare al nono giro, mentre Razia ha ottenuto un 20° posto che serve a poco. Resta così occupata in coabitazione, con 204 lunghezze, la vetta della classifica generale.

Diversi contatti si sono registrati al via: ne ha fatto le spese in particolare Johnny Cecotto, costretto subito ad abbandonare, mentre Giedo van der Garde (poi 21°) si è ritrovato “schiacciato” tra Valsecchi e Richelmi in accelerazione, danneggiando l’ala anteriore. Ritirato a causa di un testacoda Sergio Canamasas.

Assente sulla griglia Nigel Melker, protagonista dell’incidente che ha caratterizzato Gara 1.

Classifica

01. Josef Kral – Barwa Addax – 18 giri
02. Felipe Nasr – DAMS – +5.109
03. James Calado – Lotus GP – +5.290
04. Marcus Ericsson – iSport – +6.335
05. Fabio Leimer – Racing Engineering – +11.041
06. Stephane Richelmi – Trident Racing – +24.694
07. Rio Haryanto – Carlin – +25.237
08. Stefano Coletti – Scuderia Coloni – +25.957
09. Julian Leal – Trident Racing – +26.257
10. Jolyon Palmer – iSport – +27.441
11. Daniel De Jong – Rapax – +32.681
12. Fabio Onidi – Scuderia Coloni – +35.830
13. Esteban Gutierrez – Lotus GP – +35.928
14. Rodolfo Gonzalez – Caterham Racing – +37.222
15. Ricardo Teixeira – Rapax – +37.867
16. Simon Trummer – Arden – +38.387
17. Rene Binder – Venezuela GP Lazarus – +41.470
18. Victor Guerin – Ocean Racing Technology – +47.175
19. Nathanael Berthon – Racing Engineering – +52.735
20. Luiz Razia – Arden – +56.434
21. Giedo van der Garde – Caterham Racing – +1:19.121
22. Max Chilton – Carlin – +1:22.927

Ritirati

23. Sergio Canamasas – Venezuela GP Lazarus – 9 giri
24. Davide Valsecchi – DAMS – 9 giri
25. Johnny Cecotto – Barwa Addax – 0 giri

Jacopo Rubino


Stop&Go Communcation

Mettendo in scena una prestazione impeccabile, Josef Kral centra a Spa-Francorchamps la sua prima vittoria in GP2 Series, nel weekend […]

http://www.stopandgo.tv/wp-content/uploads/2012/09/gp2-020912-01.jpg Spa, Gara 2: Vince per la prima volta Josef Kral