Il danese MP Motorsport non ha ceduto un metro la propria leadership nella Sprint Race di Sochi, difendendo fino alla bandiera a scacchi su Vandoorne e uno scatenato Felipe Nasr. Incidente per Raffaele Marciello!

Sprint Race nuovamente rocambolesca a Sochi, a riprova di un circuito favorevole ai duelli ruota a ruota. Marco Sorensen davvero insuperabile quest’oggi: partito dalla pole position in virtu’ dell’inversione dei primi 8 in griglia, il pilota danese del team MP Motorsport non ha ceduto un metro la propria leadership, allungando su Sergio Canamasas (Trident) prima e difendendo senza troppi problemi il primato dal rientro di Stoffel Vandoorne (ART) nel finale di corsa.

Nuovamente protagonista di una gara consistente il debuttante Vandoorne, privato di una facile vittoria ieri dalla fallimentare strategia ART. Il pilota belga ha approfittato del k.o di un brillante Sergio Canamasas (Trident) per arpionare un positivo 2° posto.

Chiude il podio Felipe Nasr (Carlin), davvero scatenato quest’oggi dopo la grandissima delusione di Gara 1, compromessa da un Drive Through per taglio di pista. Finalmente grintoso come nelle prime gare di stagione, il pilota brasiliano ha saputo sopravanzare all’ultimo giro di gara Mitch Evans (Russian Time), dopo la ripartenza da Safety Car.

Vettura di sicurezza entrata in pista, purtroppo per i nostri colori, per l’incidente di Raffaele Marciello. Una giornata da dimenticare per Lello, finito in testacoda all’ottavo giro di gara mentre lottava per la 6° posizione. Ripresosi dall’errore, Marciello ha subito poi la foratura della gomma posteriore destra dopo un contatto con Artem Markelov (Russian Time), finendo a muro poco dopo. Nessuna conseguenza per Lello, pronto a chiudere nel migliore dei modi la propria stagione di debutto in GP2 nel finale di Abu Dhabi.

Decima posizione arpionata con esperienza e tenacia dal Campione del Mondo 2014, Jolyon Palmer (DAMS), capace di risalire in top ten dopo un contatto con Marciello nelle concitate fasi di partenza.

Lorenzo Lucidi


Stop&Go Communcation

Il danese MP Motorsport non ha ceduto un metro la propria leadership nella Sprint Race di Sochi, difendendo fino alla bandiera a scacchi su Vandoorne e uno scatenato Felipe Nasr. Incidente per Raffaele Marciello!

http://www.stopandgo.tv/wp-content/uploads/2014/10/1974364_10152411032861500_5899938981964156714_o-1024x682.jpg Sochi, Gara 2: Sorensen la spunta su Vandoorne! 3° Nasr