Jolyon Palmer conquista vittoria e titolo iridato sull’inedito tracciato di Sochi, teatro di un GP spettacolare e ricco di colpi di scena. Grande Marciello, podio dedicato a Jules Bianchi.

Jolyon Palmer e’ Campione del Mondo GP2 2014, secondo pilota inglese dopo Lewis Hamilton nell’albo iridato della categoria cadetta. Un successo costruito sessione per sessione, gara per gara, massimizzando il risultato ottenibile ad ogni uscita in pista.

Un Palmer velocissimo oltre che costante ed incredibilmente concreto, pilota completo sotto tutti i punti di vista. Riuscirà ad invertire la cattiva tendenza ed approdare in F1 il prossimo anno?

Anche quest’oggi il pilota inglese, figlio d’arte, e’ riuscito ad approfittare alla perfezione delle situazioni di gara: tempismo perfetto da parte sua e dei meccanici DAMS in occasione dell’ingresso della Safety Car, sfruttato alla perfezione contrariamente a quanto fatto da Stoffel Vandoorne (ART), costretto a rinunciare ad una vittoria quasi matematica posticipando la sosta ai box nelle fasi finali di gara, ritrovandosi di fatto tagliato fuori dalla lotta al podio.

Secondo posto arpionato alla grande da Mitch Evans (Russian Time), scatenato nella sua rimonta dopo uno start difficoltoso e capace di impensierire il leader Palmer fino a due tornate dalla bandiera a scacchi.

Un podio di cuore, di grinta e di talento quello conquistato dal nostro Raffaele Marciello (Racing Engineering). Un terzo posto sudato fino all’ultimo con l’inseguimento di Arthur Pic (Campos) ed il rientrante Stoffel Vandoorne, un podio dedicato  al compagno di Ferrari Academy nonche’ amico, Jules Bianchi.

Buone le prestazioni di Andre Negrao (Arden) e Sergio Canamasas (Trident), 6° e 7. Sconfitto e deluso di giornata e’ Felipe Nasr, penalizzato con un Drive Through nelle concitate fasi iniziali di corsa per aver tratto vantaggio con un taglio di pista. Tagliato fuori dalla lotta per i punti, Nasr ha chiuso tra le polemiche in 18° piazza, consegnando di fatto il titolo nelle mani del rivale Palmer.

Classifica Gara 1

1 Jolyon Palmer DAMS 54m37.072s
2 Mitchell Evans RT RUSSIAN TIME 1.267s
3 Raffaele Marciello Racing Engineering 15.584s
4 Arthur Pic Campos Racing 17.550s
5 Stoffel Vandoorne ART Grand Prix 18.104s
6 Andre Negrao Arden International 23.154s
7 Sergio Canamasas Trident 28.231s
8 Julian Leal Carlin 29.382s
9 Marco Sorensen MP Motorsport 29.493s
10 Nathanael Berthon Venezuela GP Lazarus 31.332s
11 Pierre Gasly EQ8 Caterham Racing 31.649s
12 Jon Lancaster Hilmer Motorsport 32.080s
13 Kimiya Sato Campos Racing 32.740s
14 Daniel de Jong MP Motorsport 35.710s
15 Simon Trummer Rapax 36.423s
16 Artem Markelov RT RUSSIAN TIME 37.391s
17 Stephane Richelmi DAMS 41.013s
18 Luiz Felipe Nasr Carlin 43.287s
19 Rio Haryanto EQ8 Caterham Racing 45.167s
20 Johnny Cecotto Jr. Trident 45.575s
21 Takuya Izawa ART Grand Prix 52.339s
22 Tio Ellinas Rapax 56.444s
23 Rene Binder Arden International 1m03.449s

Lorenzo Lucidi


Stop&Go Communcation

Jolyon Palmer conquista vittoria e titolo iridato sull’inedito tracciato di Sochi, teatro di un GP spettacolare e ricco di colpi di scena. Grande Marciello, podio dedicato a Jules Bianchi.

http://www.stopandgo.tv/wp-content/uploads/2014/10/1413036946.jpg Sochi, Gara 1: Palmer trionfa ed e’ campione! Marciello 3°