Cala la sera a Singapore e i riflettori si accendono per davvero: a brillare è Luca Filippi, autore della pole-position nelle qualifiche della GP2 Series. Sull’asfalto divenuto asciutto, dopo la pioggia delle ore precedenti, il pilota piemontese ha fermato i cronometri sull’1:59.444. Dopo la splendida vittoria di Gara 1 a Monza, prosegue quindi il fenomenale idillio con la Scuderia Coloni, che al termine di questo weekend, lo ricordiamo, dirà addio alla categoria cadetta.

Un pizzico di fortuna ha permesso all’alfiere della compagine umbra di festeggiare in anticipo il primato: poco dopo il best lap di Filippi è arrivata infatti la bandiera rossa per il crash di Nigel Melker, arrivato “lungo” nel tornantino che precede il tunnel.

Con un minuto e 36 secondi ancora disponibili per i corridori sarebbe stato impossibile compiere un altro giro lanciato dopo una eventuale ripartenza, e i commissari hanno quindi optato per la fine anticipata della sessione.

Ad affiancare Filippi in prima fila ci sarà Max Chilton (staccato di soli 52 millesimi), sempre più convincente con il team Carlin. Dietro di loro Esteban Gutierrez e Jolyon Palmer, rimasto a lungo in pole provvisoria. Quinta piazza per Fabio Leimer.

Per quanto riguarda i due contendenti al titolo, la bilancia pende dalla parte di Davide Valsecchi: il lombardo è 6°, Luiz Razia soltanto 9° con la necessità di recuperare ben 25 punti nei confronti del capoclassifica. Nelle fasi iniziali entrambi hanno stazionato a ridosso della vetta, perdendo terreno sulla distanza. In mezzo a loro sulla griglia ci saranno Johnny Cecotto (7°) e Stefano Coletti (8°), mentre Sergio Canamasas ha agguantato la top-ten con la Lazarus.

Unici a conoscere già il tracciato, Felipe Nasr e Rio Haryanto non hanno capitalizzato il vantaggio chiudendo rispettivamente 13° e 16°, separati da due “big” delusi come Giedo van der Garde e James Calado. L’olandese si è reso inoltre autore di un taglio di chicane. Sarà dura anche per Fabio Onidi, il quale partirà 20°: lo scenario, del resto, non il più adatto per i sorpassi…

Classifica

01. Luca Filippi – Scuderia Coloni – 1:59.444
02. Max Chilton – Carlin – 1:59.496
03. Esteban Gutierrez – Lotus GP – 1:59.908
04. Jolyon Palmer – iSport – 2:00.102
05. Fabio Leimer – Racing Engineering – 2:00.113
06. Davide Valsecchi – DAMS – 2:00.287
07. Johnny Cecotto – Barwa Addax – 2:00.335
08. Stefano Coletti – Rapax – 2:00.364
09. Luiz Razia – Arden – 2:00.365
10. Sergio Canamasas – Venezuela GP Lazarus – 2:00.634
11. Stephane Richelmi – Trident Racing – 2:00.671
12. Nathanael Berthon – Racing Engineering – 2:00.695
13. Felipe Nasr – DAMS – 2:00.720
14. Giedo van der Garde – Caterham Racing –  2:00.906
15. James Calado – Lotus GP – 2:00.954
16. Rio Haryanto – Carlin – 2:01.031
17. Marcus Ericsson – iSport – 2:01.204
18. Nigel Melker – Ocean Racing Technology – 2:01.308
19. Julian Leal – Trident Racing – 2:01.474
20. Fabio Onidi – Scuderia Coloni – 2:01.656
21. Simon Trummer – Arden – 2:01.961
22. Victor Guerin – Ocean Racing Technology – 2:02.110
23. Rodolfo Gonzalez – Caterham Racing – 2:02.260
24. Rene Binder – Venezuela GP Lazarus – 2:02.376
25. Jake Rosenzweig – Barwa Addax – 2:03.218
26. Ricardo Teixeira – Rapax – 2:04.174

Jacopo Rubino


Stop&Go Communcation

Cala la sera a Singapore e i riflettori si accendono per davvero: a brillare è Luca Filippi, autore della pole-position […]

http://www.stopandgo.tv/wp-content/uploads/2012/09/gp2-210912-02.jpg Singapore, Qualifiche: Filippi regala l’ultima pole alla Scuderia Coloni