La stagione 2012 della GP2 Series si conclude idealmente come era cominciata: con un successo di Giedo van der Garde. Gara 1 a Barcellona e Gara 2 a Singapore portano la firma del pilota olandese, vincitore oggi con relativa facilità sul tracciato cittadino di Marina Bay. Partito dalla pole grazie all’inversione della griglia, l’alfiere della Caterham ha mantenuto il comando dal gruppo per tutti i 20 giri percorsi.

Poco da raccontare là davanti, con Marcus Ericsson saldamente 2° ma mai in grado di battagliare per la leadership. Proprio all’ultimo giro, invece, Fabio Leimer è riuscito a strappare il terzo gradino del podio a Luiz Razia, giunto 4° precedendo Davide Valsecchi.

Il driver lombardo si congeda dalla categoria cadetta dopo aver completato l’ultima “missione” in programma, assicurando il titolo a squadre alla DAMS. Battuta la Lotus GP, con Esteban Gutierrez che ha chiuso 6°, risultato sufficiente a garantirgli la terza posizione in classifica generale.

A completare la zona punti Felipe Nasr e Stefano Coletti, rispettivamente settimo e ottavo.

Grande rimonta per Johnny Cecotto, che dal fondo del gruppo è risalito fino alla 9° piazza, nonostante un drive-through scontato per un contatto nelle fasi iniziali con Jolyon Palmer. Ad aiutare il venezuelano è stata anche la safety-car intervenuta al nono giro per lo stop di Rene Binder, rimasto fermo in testacoda uscendo dall’ultima curva.

Nel frattempo il compagno di scuderia dell’austriaco, Sergio Canamasas, si è reso autore di un episodio abbastanza singolare. Lo spagnolo, che occupava la settima posizione provvisoria, non ha effettuato il drive-through rimediato per un ritardo dei meccanici Lazarus sulla griglia. Senza essere rientrato in pit-lane entro le tre tornate consentite, per Canamasas è stata esposta l’inevitabile bandiera nera; il rientro ai box è avvenuto solo al 14esimo passaggio, in realtà per un problema tecnico… L’iberico si è giustificato sostenendo di non aver sentito le segnalazioni via radio, ma potrebbe rischiare una grossa sanzione da parte dagli organizzatori.

Conclude la sua storia in GP2, cominciata con la prima edizione datata 2005, anche la Scuderia Coloni. La compagine umbra, con Luca Filippi fuori gioco dopo l’incidente di ieri, saluta con l’anonima 20° piazza di Fabio Onidi.

Classifica

01. Giedo van der Garde – Caterham Racing – 21 giri
02. Marcus Ericsson – iSport – +1.719
03. Fabio Leimer – Racing Engineering – +5.684
04. Luiz Razia – Arden – +7.393
05. Davide Valsecchi – DAMS – +7.942
06. Esteban Gutierrez – Lotus GP – +8.562
07. Felipe Nasr – DAMS –  +8.718
08. Stefano Coletti – Rapax – +15.394
09. Johnny Cecotto – Barwa Addax – +18.981
10. James Calado – Lotus GP – +21.964
11. Rio Haryanto – Carlin – +29.223
12. Nigel Melker – Ocean Racing Technology – +38.1
13. Victor Guerin – Ocean Racing Technology – +42.5
14. Simon Trummer – Arden – +43.365
15. Nathanael Berthon – Racing Engineering – +44.482
16. Julian Leal – Trident Racing – +49.242
17. Jake Rosenzweig – Barwa Addax – +50.553
18. Rodolfo Gonzalez – Caterham Racing – +1:02.226
19. Max Chilton – Carlin –  +1:06.565
20. Fabio Onidi – Scuderia Coloni – +1:07.175
21. Ricardo Teixeira – Rapax – +1:07.288
22. Stephane Richelmi – Trident Racing – a 2 giri

Ritirati

23. Rene Binder – Venezuela GP Lazarus – 8 giri
24. Jolyon Palmer – iSport – 2 giri

Squalificato

25. Sergio Canamasas – Venezuela GP Lazarus

Jacopo Rubino


Stop&Go Communcation

La stagione 2012 della GP2 Series si conclude idealmente come era cominciata: con un successo di Giedo van der Garde. […]

http://www.stopandgo.tv/wp-content/uploads/2012/09/gp2-230912-01.jpg Singapore, Gara 2: van der Garde conquista l’ultima manche stagionale