Uno splendido Max Chilton vince Gara 1 a Singapore, ma la ribalta è tutta per Davide Valsecchi, laureatosi ufficialmente campione della GP2 Series. Alla sua quinta stagione, e dopo il titolo GP2 Asia 2009-2010, il pilota lombardo sale sul trono della categoria cadetta ereditando lo scettro da Romain Grosjean, come lui insieme alla DAMS, e diventando il secondo italiano a scrivere il proprio nome nell’albo d’oro dopo Giorgio Pantano.

Per Valsecchi oggi è bastato amministrare la situazione, tenendo il rivale Luiz Razia alle spalle. Nonostante si sia fatto sotto dopo i pit-stop, il brasiliano non è riuscito a essere una seria minaccia per il comasco, anche se in ogni caso l’alfiere della Arden avrebbe dovuto recuperare almeno 10 punti per sperare di tenere aperta la partita. Alla fine Valsecchi ha chiuso al 4° posto, Razia al 5°.

Corsa tutta al comando invece per Chilton, al secondo centro del 2012 dopo quello di Budapest. Il britannico ha gestito bene la pressione di Esteban Gutierrez, con cui ha viaggiato in tandem sin dall’inizio, approfittando del pessimo avvio dalla pole di Luca Filippi.

Sul terzo gradino del podio Fabio Leimer, che nelle ultime battute ha superato proprio Filippi, ritrovatosi in crisi di gomme e costretto persino a effettuare un pit-stop aggiuntivo.

Il piemontese sperava senza dubbio in qualcosa di meglio dopo le qualifiche di ieri, ma al 24esimo giro è andato addirittura a sbattere in uscita dall’ultima curva, con l’ala anteriore finita sotto la scocca dopo essere stata danneggiata in un precedente errore. Scivolato ottavo alla partenza, il portacolori della Coloni si era riproiettato in terza piazza al termine delle soste ai box, incollato a Chilton e Gutierrez. Con il passare dei giri, tuttavia, Filippi ha perso sempre più contatto dai battistrada facendosi raggiungere da chi inseguiva.

L’incidente ha richiamato la safety-car quando mancavano circa due minuti e mezzo alla bandiera a scacchi, sventolata di fatto in regime di neutralizzazione. La vettura di sicurezza era già intervenuta per il contatto in apertura tra Rene Binder e Ricardo Teixeira, in cui l’austriaco era rimasto fermo in mezzo alla pista.

Bella 6° posizione di Felipe Nasr, che qui aveva già guidato in Formula BMW Pacific, davanti a Marcus Ericsson e Giedo van der Garde. Punti anche per Rio Haryanto (9°) e Nathanael Berthon (10°).

Domani appuntamento con Gara 2, atto conclusivo di questo campionato: resta in palio il titolo a squadre, con DAMS e Lotus GP in lizza.

Classifica

01. Max Chilton – Carlin – 28 giri
02. Esteban Gutierrez – Lotus GP – +1.363
03. Fabio Leimer – Racing Engineering +4.894
04. Davide Valsecchi – DAMS – +5.945
05. Luiz Razia – Arden – +6.295
06. Felipe Nasr – DAMS – +8.798
07. Marcus Ericsson – iSport – +14.229
08. Giedo van der Garde – Caterham Racing – +15.147
09. Rio Haryanto – Carlin – +48.855
10. Nathanael Berthon – Racing Engineering +49.445
11. Julián Leal – Trident Racing – +51.466
12. Nigel Melker – Ocean Racing Technology – +52.099
13. Stefano Coletti – Rapax – +52.839
14. Stephane Richelmi – Trident Racing – +1:04.038
15. Jake Rosenzweig – Barwa Addax – +1:04.314
16. Sergio Canamasas – Venezuela GP Lazarus – +1:04.378
17. Ricardo Teixeira – Rapax – +1:05.013

Ritirati

18. Luca Filippi – Scuderia Coloni – 24 giri
19. Fabio Onidi – Scuderia Coloni – 24 giri
20. James Calado – Lotus GP – 23 giri
21. Jolyon Palmer – iSport – 19 giri
22. Johnny Cecotto – Barwa Addax – 9 giri
23. Rodolfo Gonzalez – Caterham Racing – 7 giri
24. Simon Trummer – Arden – 5 giri
25. Rene Binder – Venezuela GP Lazarus – 0 giri
26. Victor Guerin – Ocean Racing Technology – 0 giri

Jacopo Rubino


Stop&Go Communcation

Uno splendido Max Chilton vince Gara 1 a Singapore, ma la ribalta è tutta per Davide Valsecchi, laureatosi ufficialmente campione […]

http://www.stopandgo.tv/wp-content/uploads/2012/09/gp2-220912-01.jpg Singapore, Gara 1: Trionfa Chilton, Valsecchi è campione!