Altro trionfo britannico nella GP2 Series a Silverstone: in Gara 2 sale in cattedra Jon Lancaster, per la prima volta in trionfo nella categoria cadetta dove vanta soli quattro weekend di presenza. Il portacolori del team Hilmer Motorsport, quarto in griglia, è stato autore di una partenza fulminea che lo ha subito proiettato in testa.

Da quel momento il driver inglese ha fatto praticamente corsa a sé, chiudendo con 6″5 di vantaggio su Rio Haryanto e con 7″9 nei confronti del connazionale James Calado.

Poco o nulla da segnalare in zona podio, sfuggita al poleman Julian Leal (4°) a causa uno start poco reattivo.

Il vincitore di ieri Sam Bird ha colto una buona 5° piazza, rosicchiando ancora qualche lunghezza al leader della classifica generale Stefano Coletti. Al monegasco non è bastato il recupero fino al 10° posto per evitare di terminare il weekend a mani vuote.

È andata meglio al rivale Felipe Nasr, che dall’ultima fila è risalito in 7° posizione, tentando in extremis il sorpasso pure nei confronti di Tom Dillmann (6°). L’ultimo punto disponibile è stato preso invece da Marcus Ericsson (8°).

Per quanto riguarda i piloti italiani, Kevin Ceccon ha chiuso 12°, Fabrizio Crestani 17°.

Non sono mancati alcuni episodi al limite, come il contatto tra Jolyon Palmer e Sergio Canamasas che è costato allo spagnolo uno stop and go di dieci secondo. Il britannico è stato costretto al ritiro, dopo aver già rimediato alla prima curva una violenta botta da Stephane Richelmi.

Al secondo giro la vettura di Daniel Abt, rimasta ferma in mezzo alla pista per un guasto al cambio, ha richiesto il breve ingresso della safety-car. Jake Rosenzweig, invece, ha dovuto effettuare un pit-stop imprevisto subendo la delaminazione della gomma posteriore destra.

Classifica

  1. Jon Lancaster – Hilmer Motorsport – 21 giri
  2. Rio Haryanto – Barwa Addax – +6.513
  3. James Calado – ART Grand Prix – +7.922
  4. Julian Leal – Racing Engineering – +8.420
  5. Sam Bird – Russian Time – +9.348
  6. Tom Dillmann – Russian Time – +14.563
  7. Felipe Nasr – Carlin – +14.671
  8. Marcus Ericsson – DAMS – +15.321
  9. Alexander Rossi – Caterham Racing – +15.877
  10. Stefano Coletti – Rapax – +18.789
  11. Adrian Quaife-Hobbs – MP Motorsport – +23.855
  12. Kevin Ceccon – Trident Racing – +32.021
  13. Rene Binder – Venezuela GP Lazarus – +34.933
  14. Mitch Evans – Arden – +35.673
  15. Fabio Leimer – Racing Engineering – +35.861
  16. Simon Trummer – Rapax – +37.838
  17. Fabrizio Crestani – Venezuela GP Lazarus – +41.133
  18. Daniel De Jong – MP Motorsport – +51.728
  19. Stephane Richelmi – DAMS – +1:25.181
  20. Sergio Canamasas – Caterham Racing – a 1 giro
  21. Jake Rosenzweig – Barwa Addax – a 2 giri

Ritirati

  • Joylon Palmer – Carlin – 13 giri
  • Johnny Cecotto – Arden – 8 giri
  • Robin Frijns – Hilmer Motorsport – 6 giri
  • Nathanael Berthon – Trident Racing – 3 giri
  • Daniel Abt – ART Grand Prix – 2 giri

Jacopo Rubino


Stop&Go Communcation

Altro trionfo britannico nella GP2 Series a Silverstone: in Gara 2 sale in cattedra Jon Lancaster, per la prima volta in trionfo nella categoria cadetta.

http://www.stopandgo.tv/wp-content/uploads/2013/06/gp2-lancaster-300613-02.jpg Silverstone, Gara 2: Fa festa Jon Lancaster