Siamo appena a luglio, ma mai come quest’anno la GP2 Series sembra aver avuto un padrone tanto autoritario: Pastor Maldonado. A Silverstone il pilota venezuelano, per la terza volta consecutiva, si è aggiudicato la corsa del sabato pomeriggio, con una autorevolezza davvero significativa. L’alfiere della Rapax ha preso il comando già allo spegnersi dei semafori, approfittando di uno start non impeccabile da parte del poleman Jules Bianchi. Da quel momento con il francese è stata quasi una guerra di nervi, in una gara onestamente non troppo ricca di emozioni. Nei primissimi giri Maldonado è riuscito a costruirsi un piccolo margine (circa 1″5), ma al pit-stop effettuato da entrambi alla nona tornata il rivale della ART Grand Prix si era rifatto sotto.

Il cambio gomme poteva rovesciare la situazione, ma per un soffio il corridore sudamericano è riuscito a conservare il comando. Da lì, passo dopo passo, Maldonado ha preso il largo con un ritmo impressionante, aggiudicandosi pure il punto aggiuntivo per il best lap, che lo stesso Bianchi ha cercato di contendergli nel finale. Al traguardo la coppia di testa, apparsa complessivamente di un altro pianeta, è giunta separata da dieci secondi. Per il rookie transalpino della Ferrari Driver Academy è comunque un altro risultato importante, che abbinato alla pole position di ieri gli consente di risalire con prepotenza in classifica generale.

Classifica generale dove Maldonado guida ora con ben 20 lunghezze di vantaggio (esattamente il bottino pieno di un week-end) su Dani Clos, oggi buon terzo davanti al corridore di casa Sam Bird. 5° posto invece per Sergio Perez, che al penultimo passaggio, dopo un lungo studio, ha scavalcato Christian Vietoris. Il tedesco, 13° in griglia per la penalità di dieci posizioni rimediata dopo Valencia, si è comunque reso protagonista di una performance di assoluto rispetto.

Completano la top 8 i due portacolori della iSport, Davide Valsecchi e Oliver Turvey. Entrambi, a poche battute dalla bandiera a scacchi, hanno superato Giedo van Garde, che si ritrova così 9° e a mani vuote. 13° è giunto Giacomo Ricci, che ha rischiato grosso in un serrato ruota a ruota con Alberto Valerio, mentre il brasiliano tentava un azzardato attacco all’interno. Sfortunato il rientrante Luca Filippi, incappato in un contatto con Michael Herck nell’Hangar Straight pochi istanti dopo il via. Il piemontese ha rimediato la foratura di un pneumatico, il romeno la rottura dell’ala anteriore (sostituita poi in un pit-stop molto difficoltoso). Per entrambi chances compromesse subito, viaggiando senza velleità nelle retrovie. Unici ritiri quelli di Luiz Razia e Ho-Pin Tung, causati entrambi da problemi tecnici.

Domani appuntamento con Gara 2: l’idolo locale Turvey scatterà davanti a tutti, gli avversari diretti di Maldonado cercheranno di limare almeno un po’ il gap accumulato. Non sarà facile…

Classifica

01. Pastor Maldonado – Rapax Team – 29 giri
02. Jules Bianchi – ART Grand Prix – +10.125
03. Dani Clos – Racing Engineering – +19.549
04. Sam Bird – ART Grand Prix – +20.979
05. Sergio Perez – Barwa Addax – +32.039
06. Christian Vietoris – Racing Engineering – +35.739
07. Davide Valsecchi – iSport – +37.702
08. Oliver Turvey – iSport – +38.753
09. Giedo van der Garde – Barwa Addax – +39.087
10. Charles Pic – Arden – +39.845
11. Jerome D’Ambrosio – DAMS – +40.101
12. Marcus Ericsson – Super Nova – +53.949
13. Giacomo Ricci – DPR – +54.906
14. Alberto Valerio – Scuderia Coloni – +1:02.132
15. Adrian Zaugg – Trident Racing – +1:11.973
16. Rodolfo Gonzalez – Arden – +1:12.825
17. Fabio Leimer – Ocean Racing Technology – +1:14.214
18. Johnny Cecotto – Trident Racing – +1:16.113
19. Max Chilton – Ocean Racing Technology – +1:17.805
20. Luca Filippi – Super Nova – +1:33.652
21. Vladimir Arabadzhiev – Scuderia Coloni – +1:34.243
22. Michael Herck – DPR – a 1 giro

Ritirati

23. Luiz Razia – Rapax Team – 18 giri
24. Ho-Pin Tung – DAMS – 12 giri

Jacopo Rubino


Stop&Go Communcation

Siamo appena a luglio, ma mai come quest’anno la GP2 Series sembra aver avuto un padrone tanto autoritario: Pastor Maldonado. […]

http://www.stopandgo.tv/wp-content/uploads/2011/12/gp2-100710-011.jpg Silverstone – Gara 1: Un micidiale Pastor Maldonado cala il tris, Bianchi 2° e unico sfidante del venezuelano