Secondo successo stagionale di Esteban Gutierrez nella GP2 Series. Il pilota messicano a Silverstone ha conquistato una Gara 1 contraddistinta dalle difficili condizioni meteo e dall’ingresso della safety-car nelle fasi finali, che di fatto gli ha consentito di balzare al comando, un po’ come era accaduto a Valencia.

Su una pista inondata dal diluvio che ha fatto “slittare” le qualifiche della F1 (ma poi sempre più asciutta), fino a pochi giri dal termine era rimasto saldamente in testa Fabio Leimer, di gran lunga il più veloce del gruppo. Al 17esimo passaggio, tuttavia, è arrivata una neutralizzazione per lo stop della monoposto di James Calado, rimasta bloccata in zona pericolosa.

Lo svizzero era in pratica l’unico a non aver ancora effettuato il cambio gomme. Alla ripresa l’alfiere della Racing Engineering ha quindi cercato subito di ricostruire parte del vantaggio sfumato, ma ha visto i propri piani del tutto compromessi da una nuova fase di safety-car a causa del ritiro di Stefano Coletti, che aveva rischiato (finendo ko dopo poche curve) la carta dei pneumatici slick.

Leimer è così precipitato nelle retrovie, mentre Gutierrez ha dovuto semplicemente tenere la situazione sotto controllo negli ultimi tre minuti e mezzo, fino allo scadere del tempo limite. Il driver della Lotus GP ha fatto bottino pieno, riuscendo pure a segnare il best lap.

Alle sue spalle hanno concluso gli ottimi Johnny Cecotto e Jolyon Palmer, che completano il podio.

Un mix di strategia e bravura ha consentito al rookie Nigel Melker di cogliere una sorprendente 4° piazza, resistendo pure agli attacchi del minaccioso Luiz Razia. Per il brasiliano (5°) matura comunque un risultato fondamentale: adesso è lui il leader della classifica generale con 150 lunghezze, contro le 147 del nostro Davide Valsecchi.

Il lombardo, scattato dal fondo del gruppo, si è però prodotto in una notevole rimonta chiudendo 7°, dietro al compagno di squadra Felipe Nasr. 8° posto invece per Giedo van der Garde (in pole domani per Gara 2), mentre la coppia Chilton/Haryanto chiude la top-ten sfiorata da Fabrizio Crestani.

Da segnalare che, prudentemente, i commissari hanno dato il via dietro alla vettura di sicurezza, rimasta in pista fino alla sesta tornata. In apertura il livello di aderenza e la visibilità era davvero precario, come testimoniato dall’incidente di Daniel De Jong e Rodolfo Gonzalez, in cui l’olandese ha tamponato il venezuelano.

Classifica

01. Esteban Gutierrez – Lotus GP – 25 giri
02. Johnny Cecotto – Barwa Addax – +1.7
03. Jolyon Palmer – Jolyon Palmer – +5.2
04. Nigel Melker – Ocean Racing Technology – +6.3
05. Luiz Razia – Arden – +6.5
06. Felipe Nasr – DAMS – +7.5
07. Davide Valsecchi – DAMS – +9.0
08. Giedo van der Garde – Caterham Racing – +9.8
09. Max Chilton – Carlin – +11.1
10. Rio Haryanto –  Carlin – +11.9
11. Fabrizio Crestani – Venezuela GP Lazarus – +12.1
12. Nathanael Berthon – Racing Engineering – +12.8
13. Fabio Onidi – Scuderia Coloni – +14.9
14. Stephane Richelmi – Trident Racing – +15.7
15. Fabio Leimer – Racing Engineering – +16.4
16. Simon Trummer – Arden – +16.8
17. Josef Kral – Barwa Addax – +17.8
18. Victor Guerin – Ocean Racing Technology – +18.1
19. Ricardo Teixeira – Rapax – +23.1
20. Giancarlo Serenelli – Venezuela GP Lazarus – +24.3
21. Julian Leal – Trident Racing – +38.3
22. Marcus Ericsson – iSport – +39.8
23. Rodolfo Gonzalez – Caterham Racing – a 2 giro

Ritirati

24. Stefano Coletti – Scuderia Coloni – 20 giri
25. James Calado – Lotus GP – 17 giri
26. Daniel De Jong – Rapax – 1 giro

Jacopo Rubino


Stop&Go Communcation

Secondo successo stagionale di Esteban Gutierrez nella GP2 Series. Il pilota messicano a Silverstone ha conquistato una Gara 1 contraddistinta […]

http://www.stopandgo.tv/wp-content/uploads/2012/07/gp2-070712-02.jpg Silverstone, Gara 1: Esteban Gutierrez ringrazia la safety-car