Un po’ a sorpresa, è Luiz Razia il primo pilota di GP2 Series ad assaporare il gusto della vittoria. Il brasiliano si è aggiudicato Gara 1 a Sepang, ritornando sul gradino più alto del podio a distanza di due anni e mezzo dal successo nella Sprint Race di Monza 2009. L’avventura sotto le insegne delle Arden inizia come meglio non poteva: anche la scuderia britannica interrompe un digiuno che durava da due stagioni.

Di fatto Razia ha ceduto il comando soltanto nella fasi di pit-stop: scattato dalla prima fila, ha approfittato del brutto avvio del poleman Davide Valsecchi per assumere le redini del gruppo, legittimando la leadership con un ritmo difficile da eguagliare anche per lo stesso driver lombardo.

Valsecchi, scivolando in quarta piazza, al sesto giro si era già messo alle spalle Stefano Coletti e Fabio Leimer, senza però riuscire a ricucire il gap sull’ex compagno di squadra alla Caterham. Nelle fasi finali (mentre è caduta qualche goccia di pioggia) l’alfiere della DAMS sembrava in grado di avvicinarsi, ma Razia ha scongiurato qualsiasi minaccia.

Decisamente più lontani tutti gli altri, con Max Chilton e il team Carlin che festeggiano il primo podio in GP2 grazie ad una strategia azzeccata e a evidenti progressi rispetto al 2011. L’inglese ha difeso questo prezioso risultato dalla pressione di Leimer (4°), mentre il monegasco Coletti ha chiuso 5°, dopo aver effettuato per primo il cambio gomme nel gruppo di vertice.

Notevole la performance dell’esordiente Felipe Nasr, 6° davanti ai combattivi alfieri della Lotus GP, Esteban Gutierrez (pericolosamente nell’erba all’ingresso della corsia box) e James Calado. A completare la top-ten Giedo van der Garde e Fabrizio Crestani, subito a punti con la new-entry Lazarus.

Tra i ritirati troviamo Rodolfo Gonzalez (uscito di pista per un guasto ai freni), Johnny Cecotto e Jon Lancaster. Jolyon Palmer e Tom Dillman, rimanendo bloccati sulla griglia, hanno costretto alla ripetizione della procedura di partenza.

Gara 2, in programma domani alle 7:15 italiane, vedrà allineati davanti a tutti Gutierrez e Calado.

Classifica

01. Luiz Razia – Arden – 30 giri
02. Davide Valsecchi – DAMS – +7.817
03. Max Chilton – Carlin – +27.366
04. Fabio Leimer – Racing Engineering – +28.291
05. Stefano Coletti – Scuderia Coloni – +32.217
06. Felipe Nasr – DAMS – +33.378
07. Esteban Gutierrez – Lotus GP – +33.679
08. James Calado – Lotus GP – +36.449
09. Giedo van der Garde – Caterham Racing – +41.519
10. Fabrizio Crestani – Venezuela GP Lazarus – +43.240
11. Nathanael Bertho-n – Racing Engineering – +43.720
12. Rio Haryanto Carlin – +53.303
13. Marcus Ericsson – iSport – +1:01.683
14. Josef Kral – Barwa Addax – +1:02.683
15. Julian Leal – Trident Racing – +1:09.180
16. Nigel Melker – Ocean Racing Technology – +1:10.399
17. Jolyon Palmer – iSport – +1:12.861
18. Stephane Richelmi – Trident Racing – +1:15.206
19. Tom Dillmann – Rapax – +1:27.810
20. Fabio Onidi – Scuderia Coloni – +1:39.125
21. Simon Trummer – Arden – +1:39.672

Ritirati

24. Rodolfo Gonzalez – Caterham Racing – 13 giri
25. Johnny Cecotto Jr – Barwa Addax – 7 giri
26. Jon Lancaster – Ocean Racing Technology – 1 giro

Jacopo Rubino


Stop&Go Communcation

Un po’ a sorpresa, è Luiz Razia il primo pilota di GP2 Series ad assaporare il gusto della vittoria. Il […]

http://www.stopandgo.tv/wp-content/uploads/2012/03/gp2-240312-01.jpg Sepang, Gara 1: Razia riassapora la vittoria, a podio Valsecchi e Chilton