Fabio Leimer incontenibile a Sakhir: dopo aver dominato la giornata di ieri, il pilota svizzero ha conquistato con autorità Gara 1 della GP2 Series, confermandosi come il pilota più in forma in questo avvio di stagione.

Scattato dalla pole-position, il portacolori della Racing Engineering ha tenuto sempre in mano il pallino della situazione e ha ceduto la leadership solo durante la finestra dei pit-stop. L’unica minaccia per Leimer è stata rappresentata da un ottimo Stefano Coletti (2°), che lo ha insidiato alla partenza ed è stato in grado di non perdere troppo terreno durante la corsa. Non abbastanza, però, per rappresentare un vero pericolo.

Già trionfatore nel sabato di Sepang, l’elvetico aggancia proprio il monegasco in cima alla graduatoria generale con 54 lunghezze.

La sorpresa del giorno, tuttavia, è costituita da Alexander Rossi. Il driver americano (grazie inoltre ad una strategia azzeccata) ha ottenuto uno strepitoso podio con la Caterham, che solo mercoledì lo aveva ufficializzato al via in sostituzione del cinese Ma. Rossi ha ripagato la fiducia con un risultato senza dubbio al di sopra delle aspettative, alla sua prima manche disputata in quella che era considerata un tempo la “Main Series”. Le sue precedenti apparizioni nella categoria cadetta, infatti, erano avvenute in GP2 Asia e nell’evento fuori calendario di fine 2011 ad Abu Dhabi.

Nelle ultime battute Rossi ha dovuto contenere l’arrivo di Felipe Nasr (4°). Il brasiliano poco prima si era sbarazzato del compagno di squadra Jolyon Palmer, rimediando alle difficoltà patite al pit-stop.

Buon sesto posto per Sam Bird (anche lui vittima di una sosta ai box molto lenta), mentre Adrian Quaife-Hobbs ha prevalso in una bagarre infuocata per la 7° piazza contro Tom Dillmann, che partirà in pole domani, e Simon Trummer. A completare la top-ten Johnny Cecotto, che ha soffiato il primo ingresso in zona punti a Kevin Ceccon. Per il pilota bergamasco, comunque, si tratta del miglior risultato della carriera in GP2.

Sfortunato Marcus Ericsson, costretto ad avviarsi dalla corsia box dopo essere rimasto fermo in griglia nel giro di ricognizione. Lo svedese ha poi recuperato fino alla 13° posizione, arrivando in mezzo ai due alfieri della ART Grand Prix, James Calado e Daniel Abt, davvero in difficoltà qui in Bahrain.

Fra i ritirati figurano Mitch Evans (problema tecnico), Kevin Giovesi e Stephane Richelmi, vittima di un contatto con Robin Frijns. Ne ha pagato le conseguenze pure l’olandese, ritrovatosi con l’ala anteriore danneggiata e un drive-through da scontare. Stessa sanzione per Sergio Canamasas, reo di aver accompagnato Calado oltre il cordolo, e Rene Binder, che ha chiuso la porta con troppa irruenza a Evans durante un corpo a corpo.

Classifica

01. Fabio Leimer – Racing Engineering – 32 giri
02. Stefano Coletti – Rapax – +1.929
03. Alexander Rossi – Caterham Racing – +9.030
04. Felipe Nasr – Carlin – +9.438
05. Jolyon Palmer – Carlin – +15.037
06. Sam Bird – Russian Time – +28.518
07. Adrian Quaife Hobbs – MP Motorsport – +33.067
08. Tom Dillmann – Russian Time – +33.589
09. Simon Trummer – Rapax – +36.246
10. Johnny Cecotto – Arden – +37.459
11. Kevin Ceccon – Trident Racing – +42.502
12. James Calado – ART Grand Prix – +48.084
13. Marcus Ericsson – DAMS – +48.709
14. Daniel Abt – ART Grand Prix – +53.482
15. Rio Haryanto – Barwa Addax – +59.146
16. Jake Rosenzweig – Barwa Addax – +1:05.997
17. Nathanael Berthon – Trident Racing – +1:10.696
18. Rene Binder – Venezuela GP Lazarus – +1:11.776
19. Julian Leal – Racing Engineering – +1:19.886
20. Sergio Canamasas – Caterham Racing – +1:20.456
21. Robin Frijns – Hilmer Motorsport – a 1 giro

Ritirati

22. Kevin Giovesi – Venezuela GP Lazarus – 27 giri
23. Mitch Evans – Arden – 25 giri
24. Stephane Richelmi – DAMS – 20 giri
25. Pal Varhaug – Hilmer Motorsport – 4 giri
26. Daniel De Jong – MP Motorsport – 1 giro

Jacopo Rubino


Stop&Go Communcation

Fabio Leimer incontenibile a Sakhir: dopo aver dominato la giornata di ieri, il pilota svizzero ha conquistato con autorità Gara 1 della GP2 Series.

http://www.stopandgo.tv/wp-content/uploads/2013/04/gp2-leimer-200413-01.jpg Sakhir, Gara 1: Leimer non lascia spazio agli avversari