Che ritorno per Luca Filippi! Esattamente come dodici mesi fa, è sua la vittoria in Gara 1 a Monza della GP2 Series, al termine di una corsa in cui ha ribadito ancora una volta tutto il proprio talento. Prendendo per mano la Scuderia Coloni, che lo ha rivoluto con sé per sostituire Stefano Coletti (passato alla Rapax), il pilota piemontese ha presto chiarito le sue intenzioni, rimediando all’esito di una qualifica in cui non si era potuto esprimere al massimo.

Approfittando anche della falsa partenza di Giedo van der Garde (subito fuori gioco), Filippi alla prima staccata si era addirittura portato al comando, ma arrivando “lungo” ha saggiamente ridato strada al poleman Max Chilton.

Il britannico ha però avuto in Luca una presenza costante nei propri scarichi, fino al decimo giro: dopo i rispettivi pit-stop, il driver azzurro ha compiuto l’attacco decisivo alla Variante Ascari, iniziando da lì la cavalcata verso il trionfo. Filippi è balzato definitivamente in vetta all’inizio della 22esima tornata, quando Stephane Richelmi ha effettuato per ultimo il cambio gomme.

Alla festa sul podio partecipano anche i combattivi Johnny Cecotto e Marcus Ericsson, rispettivamente secondo e terzo, che hanno sfruttato a loro volta il calo prestazionale di Chilton, alla fine soltanto 4°.

A seguire, Fabio Leimer (5°) e Davide Valsecchi (6°). Il lombardo sperava forse in qualcosa di più, ma incassa un bottino preziosissimo grazie al clamoroso ko di Luiz Razia, all’ottava tornata colpito alla Variante della Roggia proprio da Leimer (autore peraltro del best lap); davvero sfortunato il brasiliano, rimasto bloccato in testacoda con il fondo della propria monoposto sul dissasore presente in via di fuga. Probabili sanzioni in arrivo per Leimer, comunque, che più avanti ha ripetuto la stessa manovra su Felipe Nasr…

La situazione in classifica generale vede ora Valsecchi leader solitario con 212 lunghezze, contro le 204 del suo antagonista.

7° piazza per Jolyon Palmer, davanti a un bravo Coletti, che domani potrà scattare dalla pole nel weekend d’esordio con la Rapax. Dietro al monegasco, Esteban Gutierrez e Julian Leal completano la top-ten.

Peccato invece per Fabio Onidi, in bagarre per la zona punti nelle fasi di apertura ma obbligato a sostituire l’ala anteriore danneggiata in un contatto, scivolando così in fondo.

Classifica

01. Luca Filippi – Scuderia Coloni – 30 giri
02. Johnny Cecotto – Barwa Addax – +4.0
03. Marcus Ercisson – iSport – +5.3
04. Max Chilton – Carlin – +7.6
05. Fabio Leimer – Racing Engineering – +9.4
06. Davide Valsecchi – DAMS – +16.0
07. Jolyon Palmer – iSport – +17.6
08. Stefano Coletti – Rapax – +18.5
09. Esteban Gutierrez – Lotus GP – +19.2
10. Julian Leal – Trident Racing – +20.0
11. Nigel Melker – Ocean Racin Technology – +20.4
12. James Calado – Lotus GP – +26.0
13. Stephane Richelmi – Trident Racing – +27.8
14. Sergio Canamasas – Venezuela GP Lazarus – +31.1
15. Nathanael Berthon – Racing Engineering – +31.9
16. Simon Trummer – Arden – +35.3
17, Rene Binder – Venezuela GP Lazarus – +38.7
18. Jake Rosenzweig – Barwa Addax – +40.2
19. Rio Haryanto – Carlin – +42.6
20. Ricardo Teixeira – Rapax – +43.1
21. Fabio Onidi – Scuderia Coloni – +44.7
22. Rodolfo Gonzalez – Caterham Racing – +56.3
23. Victor Guerin – Ocean Racing Technology – +1:01.9

Ritirati

24. Felipe Nasr – DAMS – 13 giri
25. Luiz Razia – Arden – 8 giri
26. Giedo van der Garde – Caterham Racing – 0 giri

Jacopo Rubino


Stop&Go Communcation

Che ritorno per Luca Filippi! Esattamente come dodici mesi fa, è sua la vittoria in Gara 1 a Monza della […]

http://www.stopandgo.tv/wp-content/uploads/2012/09/gp2-080912-01.jpg Monza, Gara 1: Per Filippi un ritorno da campione