Il beniamino di casa Stephane Richelmi centra una prestigiosa vittoria tra le stradine del Principato, contenendo gli attacchi di uno straordinario Sergio Canamasas. Completa il podio Rio Haryanto.

Un successo a lungo atteso dal pilota monegasco del team DAMS, apparso velocissimo sin dalle prove libere del venerdì, poi rallentato nel traffico in qualifica e penalizzato dal valzer dei pit stop nella rocambolesca gara 1.

Una partenza dal palo (in virtu’ dell’inversione dei primi otto classificati di gara 1) non perfetta per Richelmi, abile però nel chiudere lo spazio alla Sainte Devote dall’attacco di Rio Haryanto (Caterham), costretto ad alzare il piede favorendo la risalita di Sergio Canamasas.

Ed e’ proprio  il pilota spagnolo del team Trident il protagonista a sorpresa di questa avvincente sprint race. Scattato alla perfezione dalla quarta piazza di partenza, Canamasas si e’ subito liberato della pratica Haryanto, gettandosi all’inseguimento del fuggitivo Richelmi.

I due hanno fatto subito il vuoto, dettando il ritmo uno dietro all’altro, separati da pochi decimi. Nonostante la grande pressione imposta per tutto l’arco della gara da Canamasas e l’ingresso della safety car per un uscita a muro di Artem Markelov (Russian Time), però, il pilota della DAMS non ha mai calato la concentrazione, tagliando il traguardo con un rassicurante margine sul diretto’inseguitore del team Trident.

Nettamente piu’ indietro completa il podio un positivo Rio Haryanto, promettente pilota Caterham penalizzato in qualifica per aver ostacolato proprio il vincitore di oggi, Stephane Richelmi.

Strenua difesa sino alla bandiera a scacchi per Johonny Cecotto. Il venezuelano del team Trident ha chiesto troppo alle sue mescole super-soft nella prima parte di gara, ritrovandosi in grossa difficoltà nelle fasi finali. Cecotto e’ però riuscito con mestiere a conservare la sua quarta piazza dagli attacchi di un nuovamente positivo Arthur Pic (Campos), Mitch Evans del team Russian Time ed il leader del mondiale, Jolyon Palmer (DAMS), concreto e prudente nel caos del Principato.

Nuovamente brillante Stefano Coletti (Racing Engineering), risalito ferocemente in top ten dopo la grande delusione della feature race di ieri. Peccato invece per il nostro Raffaele Marciello, entrato in contatto con la monoposto MP Motorsport di Daniel De Jong al tornante Loews nelle prime fasi di gara. I commissari hanno ritenuto poi di penalizzare la manovra compiuta da Lello con un drive-thru, facendolo inevitabilmente scivolare fuori dalla top ten.

Diastrosa conclusione di weekend per Felipe Nasr, subito k.o per una foratura allo pneumatico anteriore sinistro. Il pilota brasiliano e’ stato poi costretto a parcheggiare la sua monoposto Carlin nella via di fuga della curva Mirabeau.

Classifica gara 2

1. S. Richelmi DAMS 43:17.087
2. S. Canamasas Trident +2.179
3. R. Haryanto Caterham +8.295 +6.116
4. J. Cecotto Jr. Trident +25.320 +17.025
5. A. Pic Campos +25.753 +0.433
6. M. Evans Russian Time +25.973 +0.220
7. J. Palmer DAMS +26.587 +0.614
8. A. Quaife-Hobbs Rapax +26.956 +0.369
9. S. Coletti Racing Engin. +28.473 +1.517
10. C. Daly Lazarus +28.721 +0.248
11. A. Rossi Caterham +29.987 +1.266
12. N. Berthon Lazarus +30.105 +0.118
13. S. Vandoorne ART +30.604 +0.499
14. K. Sato Campos +31.228 +0.624
15. A. Negrao Arden +31.657 +0.429
16. J. Leal Carlin +32.085 +0.428
17. D. Abt Hilmer +32.582 +0.497
18. S. Trummer Rapax +33.458 +0.876
19. R. Marciello Racing Engin. +34.328 +0.870
20. R. Binder Arden +35.417 +1.089
21. F. Regalia Hilmer +36.078 +0.661
22. E. Ellinas MP +1 Lap

Ritirati

23. A. Markelov Russian Time +18 Laps
24. T. Izawa ART +19 Laps
25. D. de Jong MP +28 Laps
26. F. Nasr Carlin +30 Laps

 
Lorenzo Lucidi 

Twitter: @LorenzoLucidi93


Stop&Go Communcation

Stephane Richelmi centra un prestigioso successo in casa, contenendo l’assalto di uno straripante Sergio Canamasas. Haryanto completa il podio, Nasr ritirato.

http://www.stopandgo.tv/wp-content/uploads/2014/05/article__G7C0954.jpg Montecarlo, Gara 2: Richelmi vince in casa!