Si è concluso a Barcellona, presso il Circuit de Barcelona-Catalunya, il secondo round stagionale dell’edizione 2014 della GP2 Series. Naturalmente presente Raffaele Marciello, giunto in Spagna per riscattare la sfortunata performance di Sakhir.

Purtroppo per l’alfiere della Ferrari Driver Academy, però, la sfortuna ha deciso ancora una volta di rovinare i piani del pilota italiano…

Dopo la sessione di prove libere, dove si è dedicato per lo più a cercare un set up ottimale in ottica gara, il portacolori della Racing Engineering ha dimostrato un buon feeling con la vettura, riuscendo a staccare un 1:29.650 che gli è valso un ottimo quarto posto in griglia.

Molto competitivo, Lello si apprestava finalmente a poter lottare con costanza per la zona podio, ma un brutto contatto avvenuto nel corso del primo giro lo ha costretto dopo pochissimi metri ad alzare bandiera bianca e ritirarsi. Compromessa quindi anche la seconda corsa, dove è dovuto scattare dalla 23esima piazzola, il ferrarista non ha potuto che cercare di risalire il maggior numero di posizioni chiudendo sedicesimo, ostacolato anche da alcuni problemi alla vettura.

Raffaele Marciello: “La prima gara del weekend è stata molto breve per me. Al via non sono riuscito a scattare come avrei dovuto, scivolando dalla quarta posizione al centro del gruppo. C’era la possibilità di rimontare, ma in curva 10 una monoposto mi ha tamponato mettendo fine alla mia corsa. A causa di questo ritiro in Gara 2 ho dovuto prendere il via dall’ultima fila e non sono riuscito ad andare oltre la sedicesima posizione, anche a causa di un fastidioso sottosterzo. La corsa è comunque servita per verificare il mio feeling con il sistema di partenza, questa volta tutto è filato liscio”.

Stop&Go Communication


Stop&Go Communcation

Si è concluso a Barcellona, presso il Circuit de Barcelona-Catalunya, il secondo round stagionale dell’edizione 2014 della GP2 Series. Naturalmente presente Raffaele Marciello, […]

http://www.stopandgo.tv/wp-content/uploads/2014/05/A50A3045ghgfhfg.jpg Marciello veloce ma sfortunato anche nel round spagnolo