Con l’uscita di scena di Romain Grosjean, trasferitosi in F1 con Renault, la GP2 Main Series cercherà di archiviare il passato ospitando la quartultima tappa stagionale sul circuito cittadino di Valencia. Ricavato nella zona portuale, il tracciato presenta un interessante mix di curve veloci e lente alternate a lunghi rettilinei su cui sarà possibile sorpassare o azzardare qualche attacco insperato nei giri finali.

Se da una parte c’è malcontento per aver perso un protagonista di livello quale Grosjean proprio nel finale di stagione, il rovescio della medaglia assume un sapore più dolce perché finalmente un pilota di GP2 riesce ad entrare in F1, dopo le delusioni dello scorso anno con Pantano, Senna e Di Grassi, anche se in circostanze diverse. Allo stesso modo viene spazzato parzialmente il ricordo di Alguersuari, che è addirittura balzato in F1 passando per il World Series. Un duplice smacco alleviato in parte dunque da Grosjean, sebbene sia stato favorito dalla Renault e dal ‘povero’ e disilluso Piquet.

Tornando al campionato, Nico Hulkenberg è il leader attuale, e sembra esserlo di più dopo l’addio del più feroce e competitivo dei rivali sulla carta. Il pilota tedesco, che usufruisce dell’efficace lavoro degli uomini del team ART, ha ottenuto 57 punti mettendosi in mostra particolarmente negli ultimi due week-end, in cui ha conquistato 3 gare su 4 disponibili. Il dominio al Nurburgring si è rivelato un suo marchio di fabbrica, poichè ha vinto senza rivali sia in condizioni di pista asciutta che sfruttando le doti sul bagnato. Da lì in poi, dopo un inizio di stagione di alti e bassi, il tedesco si è sbloccato andando ad imporsi anche in Ungheria nella prima corsa del week-end, pena sedersi sugli allori ed accentuare le difficoltà di sorpasso del toboga magiaro in Gara 2. Tutto sommato, non si vedono rivali in grado di insidiare il suo dominio. Ma tanto vale provarci, segue quindi una lista di contender per cercare di movimentare la corrida iberica…

Distogliendo le attenzioni dal secondo posto, occupato attualmente da Grosjean con 45 punti, è possibile scorgere sulla terza casella l’ex compagno del transalpino, Petrov, il quale è altrettanto speranzoso sulla F1, portando con sé infatti una ricca valigia di soldi da mettere sul tavolo di qualche team emergente nel Grande Circus. Il russo, adesso pilota di punta del team Barwa Addax, ha ottenuto finora la bellezza di 41 punti e potrà ampliare il suo punteggio in un circuito che lo scorso anno lo vide tra i protagonisti con il successo in Gara 1.

Segue uno che di F1 se ne intende, ma soltanto dal muretto box; stiamo parlando di Lucas Di Grassi, nuovamente collaudatore della Renault, ma protagonista in negativo di una stagione che doveva essere cruciale per la sua carriera. Dopo aver brillato nelle annate precedenti, con un 2° posto nel 2007 e un 3° nel 2008, il pilota brasiliano sembrerebbe aver perso lo smalto dei giorni migliori, pagando dazio anche di un team, il Racing Engineering, meno sazio del solito. E questo la dice lunga sul grande talento incompiuto di Pantano, che lo scorso anno dominò la stagione con lo stesso team…

Da inserire nella tabella degli outsider, almeno per un podio, Pastor Maldonado, Luca Filippi, Andreas Zuber, Javier Villa, Jerome D’Ambrosio ed Alberto Valerio, che attualmente occupano le restanti posizioni nella classifica dei primi 10. Particolare occhio di riguardo ricadrà sull’altro alfiere nazionale Roldan Rodriguez, il quale è atteso ad una prova di forza per migliorare una stagione tutto sommato positiva visti gli standard promessi ad inizio stagione. Per non parlare di Van der Garde, che non correrà in casa come l’alfiere Piquet GP, ma sarà lo stesso felice di tornare dalle vacanze sapendo di essere il vincitore dell’ultima corsa disputatasi finora, vale a dire Gara 2 ottenuta all’Hungaroring.

Essendo italiani, analizziamo brevemente le capacità dei ‘nostri’ portabandiera, che saranno presenti nel week-end spagnolo come al solito in 4: Luca Filippi, Davide Valsecchi, Davide Rigon ed Edoardo Mortara. Si attendono evoluzioni positive sullo status psicologico del pilota piemontese, che proviene da un week-end esaltante nel Ring ungherese, in cui ha ottenuto un sorprendente 2° posto alle spalle di Van der Garde in Gara 2. Potrebbe concludersi in discesa la stagione di Valsecchi, dato che è il nuovo pilota del team Barwa Addax, grazie al quale potrà finalmente esprimersi secondo le sue ampie qualità. A sostituirlo in Durango ci penserà Stefano Coletti, monegasco proveniente dalla F3 Euro Series. Rigon e Mortara, siccome sono entrambi al loro primo anno nella serie, e non conoscono il tracciato valenciano, potrebbero riscontrare delle difficoltà in soli 30 minuti di libere. Ma non è detta l’ultima parola…

Clicca qui per leggere l'attuale classifica piloti

Stefano Chinappi


Stop&Go Communcation

Con l’uscita di scena di Romain Grosjean, trasferitosi in F1 con Renault, la GP2 Main Series cercherà di archiviare il […]

http://www.stopandgo.tv/wp-content/uploads/2011/12/00_gp2valencia.jpg Main Series – Valencia Preview: Esce di scena Grosjean, Hulkenberg ad un passo dalla gloria. Italiani alla riscossa!