Julian Leal ha interpretato la gara di Valencia da giovane gladiatore. Al suo debutto quest’anno nell’arena della GP2, ha conquistato, sul difficile circuito cittadino, l’11° posizione in Gara 1 e la 9° posizione in Gara 2. Sull’insidioso tracciato spagnolo, che mette a dura prova gomme e freni, Leal ha amministrato la gara con grande attenzione, soprattutto nelle fasi di bagarre, evitando i contatti che solitamente si verificano durante la gara di Valencia: 124 km di curve strette e con scarse vie di fuga.

Leal ha dimostrato di crescere rapidamente. Gareggiando tra i piloti più esperti del campionato, in un circuito dove non aveva mai corso, ha espresso grande consistenza e competitività in entrambe le gare, segnate da altissime temperature sulla pista.
Assecondato da una monoposto estremamente competitiva, in Gara 1 Julian è stato a lungo detentore dei migliori tempi intermedi nel primo e nel secondo settore, battuti, rispettivamente, solo dal vincitore Grosjean e dal secondo, van de Garde. L’ottimo rendimento della Dallara della Rapax durante la Sprint Race, unito alla condotta grintosa della gara, gli ha permesso di conquistare due posizioni, concludendo ad un passo dalla zona punti.

“In Gara 1 sono partito bene – afferma Julian Leal – e nei primi giri ho badato a non commettere errori in bagarre. Poi dal sesto giro il rendimento della monoposto è migliorato progressivamente, sono stato nelle condizioni di poter attaccare e guadagnare diverse posizioni. Oggi, nonostante una partenza non ottimale, ho preso un buon ritmo e confermato le buone performance viste nella corsa di ieri. Nel finale ho passato Vietoris e ho preso subito un buon margine su di lui, a conferma che in questo fine settimana il feeling con la monoposto è stato molto buono. Complessivamente per me è stato un buon weekend e spero di continuare il trend positivo anche nel prossimo appuntamento a Silverstone”.

Dopo essere stato penalizzato in seguito ad un incidente proprio al via della Gara 1, Fabio Leimer si è reso protagonista oggi di un’importante rimonta: partito dall’ultima fila dello schieramento, il driver elvetico ha condotto una gara di attacco, recuperando posizioni e concludendo la Sprint Race in quattordicesima posizione. Il lavoro della scuderia veneta ha permesso al pilota di gestire sapientemente le gomme Pirelli, tenendo un ritmo solido durante tutta la gara, che conferma lo stato performante della vettura e le potenzialità di Leimer.

Due giornate di tempo straordinariamente soleggiato ed una bellissima cornice di pubblico hanno caratterizzato la quarta sfida della GP2 Main Series 2011, nello spettacolare scenario del Valencia Street Circuit. L’antico porto della città è stato teatro dell’unico appuntamento proposto nel mese di giugno, la prossima tappa è tra due settimane, sulla pista britannica di Silverstone, il 9 e 10 luglio.


Stop&Go Communcation

Julian Leal ha interpretato la gara di Valencia da giovane gladiatore. Al suo debutto quest’anno nell’arena della GP2, ha conquistato, […]

http://www.stopandgo.tv/wp-content/uploads/2011/10/gp2-270611-03-1024x682.jpg Leal interpreta Valencia da giovane gladiatore con la Rapax