Pressoché impeccabile nei precedenti round di Barcellona e Montecarlo, che hanno segnato il suo esordio agonistico in GP2 Series, Kevin Ceccon ha dato sfoggio di ulteriore maturità a Valencia, dove è proseguito il suo cammino nella categoria cadetta.

Chiamato ancora dalla Scuderia Coloni per prendere il volante della Dallara numero 19, il 17enne bergamasco ha dovuto innanzitutto scoprire le caratteristiche di un altro tracciato per lui inedito, e dalle caratteristiche particolari vista la sua natura cittadina. Cauto e attento nelle prove libere, Kevin ha rotto poi gli indugi in qualifica, cogliendo un 23esimo posto interessante che ha subito sottolineato un crescente feeling con la pista spagnola.

Gara 1 e Gara 2 hanno avuto poi un copione simile: il talento lombardo era pienamente inserito nella bagarre a centro gruppo, con sorpassi e controsorpassi e senza alcun timore reverenziale nei confronti degli avversari più esperti. In entrambi i casi, purtroppo, un inconveniente ha compromesso il risultato finale, seppur permettendo di tagliare il traguardo per la sesta volta in sei presenze.

Sabato è stata una gomma forata da un detrito a costringere Kevin ad una sosta ai box imprevista, vanificando un recupero prodigioso al via (9 posizioni scalate al primo giro!). Tornato in pista, ha però marcato addirittura il secondo best lap della corsa. Domenica è stato invece il distacco del supporto della telecamera, a causa di un salto obbligato sui dissuasori oltre i cordoli nelle fasi iniziali, a rendere necessario per motivi di sicurezza un inevitabile passaggio in pit-lane.

Un peccato, certamente, ma Kevin ha confermato il trend crescente della propria curva di apprendimento. Un fattore tutto da sfruttare anche al ritorno in Auto GP.

Kevin Ceccon: “Nonostante tutto ho visto ancora il traguardo in entrambe le manches e ho accumulato altra preziosissima esperienza, che è poi il mio obiettivo principale in questi primi passi che sto muovendo in GP2. Il bilancio del week-end è quindi positivo, anche se ovviamente ho un po’ di rammarico per questi inconvenienti che non ci hanno permesso di ottenere un risultato ancora migliore. Senza il problema con il pneumatico in Gara 1, avrei potuto conquistare una posizione migliore sulla griglia della Sprint Race, e chissà, magari ambire alla zona punti. Questo fa parte però delle corse, inutile lamentarsi. Spero di avere presto un’altra occasione per rifarmi”.


Stop&Go Communcation

Pressoché impeccabile nei precedenti round di Barcellona e Montecarlo, che hanno segnato il suo esordio agonistico in GP2 Series, Kevin […]

http://www.stopandgo.tv/wp-content/uploads/2011/10/gp2-270611-02.jpg Kevin Ceccon più forte degli imprevisti sul cittadino di Valencia