Alla fine il titolo non è arrivato, ma per Jules Bianchi basta così. La seconda stagione in GP2 del francese, quella appena conclusa (con il terzo posto in classifica generale), sarà anche l’ultima: il pupillo della Ferrari Driver Academy ha messo in chiaro le cose ad Autosport.

“La GP2 non è fra i nostri obiettivi per il prossimo anno. Dobbiamo mettere un piede in Formula 1. Se in GP2 vivessi una stagione negativa, rischierei di essere finito”, ha spiegato in maniera sibillina.

Da quest’anno Bianchi è stato promosso a riserva e collaudatore della Scuderia Ferrari, a novembre potrà guidare la 150° Italia nei test per i rookies di Abu Dhabi.

Per il 2012, però, tutto è in ballo. Qualche giorno fa si è fatto il suo nome per il ruolo di tester della Force India (ovviamente girato “in prestito” da Maranello), chance che gli permetterebbe di guidare nelle prove libere del venerdì, come già accaduto con Paul Di Resta e Nico Hulkenberg.

Un’ipotesi che il transalpino non scarterebbe: “Anche non gareggiando, sarebbe meglio di un’altra stagione in GP2. Mi permetterebbe comunque di fare esperienza”.

Jacopo Rubino


Stop&Go Communcation

Alla fine il titolo non è arrivato, ma per Jules Bianchi basta così. La seconda stagione in GP2 del francese, […]

http://www.stopandgo.tv/wp-content/uploads/2011/10/gp2-071011-01.jpg Jules Bianchi dice stop alla GP2: “Per il 2012 non è un obiettivo”