La prima uscita di Javier Villa sotto le insegne del team Arden può dirsi piuttosto promettente. Nel secondo appuntamento della GP2 Asia ad Abu Dhabi, infatti, lo spagnolo ha messo in scena ottime prestazioni, culminate con il quarto posto di Gara 1.

"Mi sono trovato bene con la macchina, siamo stati veloci e il lavoro con il gruppo è stato positivo. La base era buona sin da subito, con il mio ingegnere di pista abbiamo semplicemente dovuto apportare degli affinamenti al set-up", spiega l'asturiano, nel 2010 pronto a disputare la sua quinta stagione nel campionato cadetto. "Adesso bisogna capire come le cose andranno avanti, non basta un solo week-end per farsi un'idea della situazione".

In vista della Main Series, questa volta l'obiettivo non può che essere la conquista del titolo, o qualcosa di molto vicino… "Senza dubbio possiamo farcela, se otterremo risultati importanti con regolarità, come podi e vittorie. Di certo non posso accontentarmi soltanto di stare nella zona punti, ma per questo ci vuole anche una vettura competitiva".

Dopo aver esordito in GP2 nel 2006, Villa quest'anno avrebbe anche potuto virare verso altre discipline motoristiche: "Poteva essere il WTCC, il FIA GT o la Superleague. La GP2 non sembra più essere per forza l'unica via d'accesso alla F1, seppur sia il palcoscenico privilegiato".

L'iberico ha ammesso qualche contatto con scuderie di Formula 1, preferendo però non gettarsi subito nella mischia. "Non era ancora il momento giusto".

Jaocpo Rubino


Stop&Go Communcation

La prima uscita di Javier Villa sotto le insegne del team Arden può dirsi piuttosto promettente. Nel secondo appuntamento della […]

http://www.stopandgo.tv/wp-content/uploads/2011/12/gp2-160210-01.jpg Javier Villa: “Quest’anno non posso più accontentarmi, devo puntare in alto”