È toccato a Johnny Cecotto l’onore (e l’onere) di portare al debutto in pista il neonato Team AirAsia, che dalla prossima stagione parteciperà alla GP2 Series. La scuderia anglomalese è una diretta emanazione della Lotus Racing di Formula 1, di cui condividerà il quartier generale a Norfolk e il management.

Il pilota venezuelano ha ieri percorso al Paul Ricard un totale di 30 giri, il migliore dei quali in 1:15.627. Al di là di qualche inevitabile problema di gioventù, derivato dal mix di macchina e squadra all’esordio, la giornata di lavoro in Francia è stata giudicata positivamente dal figlio d’arte dell’ex iridato di motociclismo.

“Abbiamo portato a termine il programma previsto inizialmente e questo ha reso tutti molto contenti. Avendo una vettura completamente nuova era normale incappare in qualche piccolo inconveniente, e a causa dei pochi ricambi ancora disponibili non siamo riusciti a trovare il miglior set-up ideale. In ogni caso abbiamo raccolto una buona quantità di informazioni”, ha raccontato Cecotto.

“Si trattava di uno shakedown ed è stato proprio questo: un’occasione per muovere i primi passi con la macchina ed essere sicuri che tutto fosse ok”, ha spiegato il capo ingegnere Humphrey Corbett, che vanta anche un solido curriculum in F1. “Ci siamo presentati in maniera autorevole nonostante il nostro gruppo si sia appena formato e sia ancora in fase di amalgama. Merito anche di Johnny, è stato impeccabile”.

Riad Asmat, responsabile del Team AirAsia e braccio destro del patron Tony Fernandes, si è detto molto felice di questo capitolo inaugurale dell’avventura nella categoria cadetta: “È stata una giornata da ricordare con orgoglio per noi. Vorrei ringraziare Johnny per il suo approccio estremamente professionale e ringraziare tutti coloro che hanno resto possibile il nostro sogno di approdare in GP2”.

Jacopo Rubino


Stop&Go Communcation

È toccato a Johnny Cecotto l’onore (e l’onere) di portare al debutto in pista il neonato Team AirAsia, che dalla […]

http://www.stopandgo.tv/wp-content/uploads/2011/12/gp2-191110-01.jpg Il Team AirAsia soddisfatto dell’esordio al Paul Ricard con Johnny Cecotto