Altro che sole, come preannunciavano le previsioni meteo. Praticamente all’inizio delle qualifiche, la pioggia si è nuovamente abbattuta sul circuito di Hockenheim, mettendo a dura prova i piloti della GP2 Series. In apertura qualche concorrente coraggioso aveva azzardato l’utilizzo delle gomme slick, ma è bastato un solo giro per convincere tutti ad adottare le rain, comunque non sufficienti a evitare altri testacoda (in cui sono incappati pure Vietoris, Bianchi e Grosjean) o escursioni al di fuori del tracciato.

La situazione è rimasta a lungo stazionaria, fino alla bandiera rossa esposta dopo circa 18 minuti per rimuovere la vettura di Max Chilton, rimasto fermo sul rettilineo principale. Un vero peccato per l’inglese, che si stava rivelando molto competitivo occupando addirittura la 5° piazza provvisoria, prima di scivolare nella pancia del gruppo. A quattro minuti e mezzo dal termine, altra sospensione per i crash quasi contemporanei di Davide Valsecchi (poi 18°) e Sam Bird: da lì la lotta per la leadership è divenuta frenetica e appassionante, fino al guizzo decisivo di Charles Pic con il tempo di 1:41.638.

Il francese, alla prima pole della carriera nel campionato europeo, torna a ruggire dopo il successo in Gara 1 a Barcellona. L’alfiere della Arden ha strappato la prim posizione a Pastor Maldonado, che, quasi incredibilmente, si ritrova 2° in griglia per la quarta volta di fila. Nelle tre precedenti occasioni il venezuelano è poi riuscito a vincere… In ogni caso, un sospiro di sollievo per gli avversari, che altrimenti avrebbero visto il portacolori del Rapax Team aggiungere altri due punti al corposo vantaggio in classifica generale.

Ottimo 3° posto per Oliver Turvey, davanti a Sergio Perez e Adrian Zaugg, che per alcuni frangenti aveva cullato il sogno di mettersi alle spalle l’intero plotone, da vera e propria mina vagante. Il sudafricano precede Dani Clos (al top nelle libere), Marcus Ericsson e Jules Bianchi. Romain Grosjean non è poi riuscito a migliorarsi ed è 13°, ma sembra avere il potenziale per recuperare, così come l’idolo di casa Christian Vietoris, 14°.

Il più rapido fra gli italiani è Luca Filippi, 11°, mentre qualche difficoltà in più l’hanno incontrata il già citato Valsecchi e Giacomo Ricci. Da segnalare inoltre lo stop di Rodolfo Gonzalez alla Curva 12. Domani pomeriggio via a Gara 1, con alte probabilità di assistere alla prima corsa bagnata di questa stagione.

Classifica

01. Charles Pic – Arden – 1:41.638
02. Pastor Maldonado – Rapax Team – 1:41.906
03. Oliver Turvey – iSport – 1:42.023
04. Sergio Perez – Barwa Addax – 1:42.363
05. Adrian Zaugg – Trident Racing – 1:42.470
06. Dani Clos – Racing Engineering – 1:42.617
07. Luiz Razia – Rapax Team – 1:42.922
08. Marcus Ericsson – Super Nova – 1:42.945
09. Jules Bianchi – ART Grand Prix – 1:43.008
10. Giedo van der Garde – Barwa Addax – 1:43.234
11. Luca Filippi – Super Nova – 1:43.335
12. Johnny Cecotto – Trident Racing – 1:43.337
13. Romain Grosjean – DAMS – 1:43.402
14. Christian Vietoris – Racing Engineering – 1:43.504
15. Max Chilton – Ocean Racing Technology – 1:43.507
16. Michael Herck – DPR – 1:43.607
17. Alberto Valerio – Scuderia Coloni – 1:43.694
18. Davide Valsecchi – iSport – 1:44.162
19. Ho-Pin Tung – DAMS – 1:44.173
20. Giacomo Ricci – DPR – 1:44.279
21. Vladimir Arabadzhiev – Scuderia Coloni – 1:44.289
22. Sam Bird – ART Grand Prix – 1:44.487
23. Rodolfo Gonzalez – Arden – 1:44.700
24. Fabio Leimer – Ocean Racing Technology – 1:46.373

Jacopo Rubino


Stop&Go Communcation

Altro che sole, come preannunciavano le previsioni meteo. Praticamente all’inizio delle qualifiche, la pioggia si è nuovamente abbattuta sul circuito […]

http://www.stopandgo.tv/wp-content/uploads/2011/12/gp2-230710-031.jpg Hockenheim, Qualifiche: La pioggia ancora protagonista, Pic ottiene la pole con un colpo di reni