Il pilota russo del team Russian Time si rende protagonista di una straordinaria gestione del secondo stint di gara, andando a bruciare Leclerc e Nato nel finale. 7° Ghiotto, 9° in difficoltà Fuoco

La prima gara della stagione 2017 di Formula 2 si è da poco conclusa nel deserto del Sakhir. A tagliare il traguardo per primo sotto la bandiera a scacchi è stato un’irresistibile Artem Markelov: migliorato esponenzialmente dal debutto del 2015, il pilota russo del team Russian Time si è subito portato in 3° posizione nelle fasi iniziali di gara, alle spalle del duo Leclerc-Nato, ma il capolavoro avviene nel secondo stint.

Partito con gomme medie come i diretti rivali, Markelov ritarda il pit-stop di quattro giri per garantirsi un set di gomme più fresco per il finale di corsa. Una scelta che si dimostrerà vincente, con il russo capace di recuperare 10 secondi alla Prema di Leclerc, superato a tre giri dal termine, per poi gettarsi all’inseguimento del leader Norman Nato (Pertamina Arden).

Al penultimo giro Markelov attacca Nato all’interno di curva 3, arpionando la prima piazza la vittoria e la leadership in classifica iridata con 27 punti (suo anche il giro più veloce). Alle sue spalle chiude dunque un brillante Norman Nato, impegnato in un lungo duello con la Prema di Charles Leclerc (poleman di ieri) nella prima parte di gara.

Un Leclerc che si è dimostrato impressionante su giro secco, meno nella gestione della corsa nella sua interezza, peccando di una gestione gomme ancora acerba sui lunghi stint. Quarta piazza per un Jordan King (MP Motorsport) sempre all’attacco, spettacolare il duello finale con la DAMS di Oliver Rowland nel finale di gara per la conquista del posto ai piedi del podio.

Primo degli italiani Luca Ghiotto (Russian Time), protagonista di una gara solida, specialmente nel primo stint dove ha mantenuto salda la 4° posizione. Meno convincente Antonio Fuoco: partito 7° per una penalizzazione (rimediata in qualifica per aver rallentato un rivale), il pilota della scuderia Prema è sprofondato nelle retrovie nel corso del primo stint, per poi riprendere ritmo solamente nel finale di gara, chiudendo 9°.

 

Risultati Gara 1:

POSDRIVERTEAMGAP
1Artem MarkelovRUSSIAN TIME58m18.977s
2Norman NatoPertamina Arden7.891s
3Charles LeclercPrema Racing13.780s
4Jordan KingMP Motorsport17.478s
5Oliver RowlandDAMS18.144s
6Alexander AlbonART Grand Prix19.744s
7Luca GhiottoRUSSIAN TIME27.056s
8Nobuharu MatsushitaART Grand Prix29.971s
9Antonio FuocoPrema Racing30.950s
10Nyck de VriesRapax35.726s
11Nicholas LatifiDAMS47.578s
12Sergio Sette CamaraMP Motorsport50.146s
13Ralph BoschungCampos Racing52.529s
14Sergio CanamasasTrident56.311s
15Johnny Cecotto Jr.Rapax1m06.723s
16Stefano ColettiCampos Racing1m12.933s
17Sean GelaelPertamina Arden1m18.579s
18Gustav MaljaRacing Engineering1m24.483s
19Nabil JeffriTrident1m38.982s
20Louis DeletrazRacing Engineering1m39.106s

 

Lorenzo Lucidi


Stop&Go Communcation

Il pilota russo del team Russian Time si rende protagonista di una straordinaria gestione del secondo stint di gara, andando a bruciare Leclerc e Nato nel finale. 7° Ghiotto, 9° in difficoltà Fuoco

http://www.stopandgo.tv/wp-content/uploads/2017/04/fa16d0bbb44fb8eea78bd6aa779f1366-1.jpg FIA F2, Gara 1: Irresistibile Markelov! 3° Leclerc