Dopo il primo test sostenuto la scorsa settimana sul circuito Club di Magny-Cours (situato al fianco del tracciato principale), è cominciato il cammino di “svezzamento” della nuova monoposto che sarà utilizzata nel 2011 in GP2 Series, denominata non a caso GP2/11. Con al volante l’inglese Ben Hanley, tornato in monoposto dopo due anni vissuti nel karting internazionale, la vettura sembra aver particolarmente soddisfatto Didier Perrin, responsabile tecnico del campionato.

“È andata molto bene. Dobbiamo sempre ricordarci che si trattava di un semplice shake-down. L’obiettivo era verificare che tutte le componenti funzionassero, come il cambio, lo sterzo e così via”, spiega l’ingegnere francese. “Detto questo, siamo contenti perché ogni cosa è stata perfetta. Adesso siamo pronti per il prossimo passo, lo sviluppo vero e proprio”.

La macchina, realizzata ancora dalla Dallara e dotata di un V8 marchiato Renault (i pneumatici saranno invece Pirelli), appare davvero come una piccola F1, riprendendone l’impostazione aerodinamica introdotta con i regolamenti 2009. Ecco così un’ala anteriore a tutta larghezza, il muso che ricorda quello della Hispania F110, i piccoli schermi ai lati delle pance, la pinna sul cofano motore e un’ala al retrotreno che risulta più stretta e alta.

“Volevamo avvicinarci il più possibile alla Formula 1 non solo in termini di aspetto estetico, ma anche di comportamento. L’aerodinamica è basata sulle attuali specifiche della categoria maggiore, il resto è quindi venuto di conseguenza. Ovviamente queste modifiche avranno un grosso impatto nella definizione del set-up”, commenta Perrin.

“Non ci aspettiamo di raggiungere il massimo potenziale di questa macchina, che in ogni caso sarà un po’ più veloce della sua erede”, aggiunge. “Come al solito lavoreremo su due aspetti chiave. Il primo è relativo alle possibilità di sorpasso, perché desideriamo continuare a offrire gare spettacolari: è per noi un marchio di fabbrica. Inoltre la vettura deve restare molto difficile da pilotare, per evidenziare le doti di ogni concorrente e preparararli appieno alla F1”.

Jacopo Rubino


Stop&Go Communcation

Dopo il primo test sostenuto la scorsa settimana sul circuito Club di Magny-Cours (situato al fianco del tracciato principale), è […]

http://www.stopandgo.tv/wp-content/uploads/2011/12/gp2-140710-011.jpg Didier Perrin, direttore tecnico della GP2: “La nuova macchina per garantire ancora lo show e preparare alla F1”