Per Davide Rigon è iniziata la “fase 2”. Dopo l’infortunio patito in Gara 2 a Istanbul, e l’intervento chirurgico durato circa tre ore e mezza per ridurre la frattura scomposta a tibia e perone (gli sono stati impiantati ben 21 chiodi nella gamba sinistra), da alcuni giorni il pilota veneto ha cominciato il programma di riabilitazione.

Rigon si sta sottoponendo ad esempio a sedute di fisioterapia e a sessioni di camera iperbarica (addirittura due al giorno), oltre a proseguire gli allenamenti per tenere attivi i muscoli di braccia e collo.

Il portacolori della Scuderia Coloni ce la sta mettendo tutta per accelerare il rientro in pista, anche se per adesso è ancora troppo presto per pronosticare il momento del recupero completo. “I medici hanno sempre parlato di sei mesi, ma io conto di tornare a camminare e guidare il simulatore per fine luglio. Sento ancora dei dolori alla gamba e fatico a dormire, ma riabilitazione sta procedendo molto bene”, ha raccontato il driver vicentino. “La ferita è stata di entità importante, bisogna fare le cose per bene senza lasciare nulla al caso”.

“Inizio a muovere la caviglia e le dita per facilitare la circolazione del sangue. Successivamente dovrò lavorare intensamente per recuperare la forza muscolare alla gamba, che già in queste prime settimane si è ridotta notevolmente”.

Il campione in carica della Superleague Formula ha poi ammesso: “In 12 anni di attività non avevo mai avuto in incidente e per mia fortuna non ero mai stato in ospedale. Proprio per questo la mia mente è stata attraversata da tantissimi pensieri. Ho iniziato anche a pensare anche alle opportunità che avrei potuto perdere dal punto di vista sportivo. Vengo da diversi anni di vittorie e quest’anno ero ancora più carico, in splendida forma pronto per vincere. Proprio per questo non è stato facile guardare la gara di Montecarlo seduto su un divano con una gamba immobile”.


Stop&Go Communcation

Per Davide Rigon è iniziata la “fase 2”. Dopo l’infortunio patito in Gara 2 a Istanbul, e l’intervento chirurgico durato […]

http://www.stopandgo.tv/wp-content/uploads/2011/12/gp2-060611-01.jpg Davide Rigon: “La riabilitazione procede molto bene”