Sarà un volto inedito quello che domani vedremo scattare dalla pole-position di Gara 1 della GP2 Series: Sam Bird. Già molto competitivo nelle prove libere, il pilota inglese a Budapest ha messo tutti in riga in una sessione di qualifiche piuttosto divertente, e come previsto dai distacchi decisamente risicati, con addirittura i primi 19 concorrenti in meno di un secondo. Il portacolori della ART Grand Prix si è portato al comando a circa due minuti dallo scadere, grazie al crono di 1:27.864. Una prestazione che al pilota britannico varrà la prima partenza al palo nella categoria cadetta, mentre per la scuderia francese si tratta del tris stagionale dopo gli analoghi risultati messi a segno da Jules Bianchi (oggi soltanto 11°) a Barcellona e Silverstone.

Resta tuttavia l’incognita delle bandiere gialle: Bird avrebbe agguantato la leadership con le bandiere gialle esposte per lo stop di Jerome D’Ambrosio, rimasto fermo alla Curva 14. La situazione resta perciò in sospeso fino a quando i commissari non esprimeranno un giudizio sulla questione.

In extremis ha invece conquistato la seconda posizione il nostro Davide Valsecchi. Arrembante sin dalle fasi iniziali, il driver lombardo ha mancato il colpo grosso per soli 43 millesimi, riuscendo a scavalcare il compagno di squadra Oliver Turvey, 3° con l’altra vettura preparata dalla iSport. Non aveva cominciato benissimo, ma è riuscito a metterci una pezza Pastor Maldonado, che alla fine ha strappato un quarto posto più prezioso del previsto. Il venezuelano ha pure dato vita ad uno spettacolare ruota a ruota (con contatto) assieme al connazionale Rodolfo Gonzalez, che lo aveva ostacolato durante un giro lanciato.

Su un circuito così tortuoso, azzeccare il momento giusto per aggredire il cronometro era fondamentale. Non ci è riuscito l’attesissimo Sergio Perez, 7°, e trovatosi così dietro a Maldonado. Una situazione che rischia di ostacolare i progetti di rimonta in campionato da parte del messicano, incappato pure in un leggero fuoripista. Deludente la decima posizione di Giedo van der Garde, che aveva dettato il ritmo in mattinata, mentre continuano a non brillare Dani Clos (13°) e Charles Pic (14°), in pole sette giorni fa a Hockenheim.

Con qualche big in difficoltà, trovano spazio in top Christian Vietoris e un quasi sorprendente Alberto Valerio, i quali si divideranno la terza fila. In top 10 si inseriscono inoltre entrambe le DPR, e Giacomo Ricci (8°) conquista addirittura il miglior piazzamento in griglia della propria carriera in GP2.

Classifica

01. Sam Bird – ART Grand Prix – 1:27.864
02. Davide Valsecchi – iSport – 1:27.907
03. Oliver Turvey – iSport – 1:27.976
04. Pastor Maldonado – Rapax Team – 1:28.134
05. Christian Vietoris – Racing Engineering – 1:28.225
06. Alberto Valerio – Scuderia Coloni – 1:28.245
07. Sergio Perez – Barwa Addax – 1:28.273
08. Giacomo Ricci – DPR – 1:28.277
09. Michael Herck – DPR – 1:28.337
10. Giedo van der Garde – Barwa Addax – 1:28.357
11. Jules Bianchi – ART Grand Prix – 1:28.375
12. Jerome D’Ambrosio – DAMS – 1:28.378
13. Dani Clos – Racing Engineering – 1:28.483
14. Charles Pic – Arden – 1:28.536
15. Marcus Ericsson – Super Nova – 1:28.613
16. Ho-Pin Tung – DAMS – 1:28.622
17. Luiz Razia – Rapax Team – 1:28.710
18. Fabio Leimer – Ocean Racing Technology – 1:28.718
19. Adrian Zaugg – Trident Racing – 1:28.727
20. Luca Filippi – Super Nova – 1:28.924
21. Johnny Cecotto – Trident Racing – 1:28.968
22. Vladimir Arabadzhiev – Scuderia Coloni – 1:29.141
23. Max Chilton – Ocean Racing Technology – 1:29.219
24. Rodolfo Gonzalez – Arden – 1:30.129

Jacopo Rubino


Stop&Go Communcation

Sarà un volto inedito quello che domani vedremo scattare dalla pole-position di Gara 1 della GP2 Series: Sam Bird. Già […]

http://www.stopandgo.tv/wp-content/uploads/2011/12/gp2-300710-021.jpg Budapest, Qualifiche: Sam Bird conquista la sua prima pole in GP2, Valsecchi splendido 2°