Alex Lynn conquista un’eccezionale vittoria da rookie nella Sprint Race di Barcellona. Vandoorne si accontenta del podio, errore per Marciello.

Dopo un debutto difficile in quel del Bahrain, Alex Lynn sboccia come un fiore in primavera sul Circuit de Catalunya, a Barcellona: 2° in qualifica alle spalle dell’extra-terrestre Vandoorne, quinto in Gara 1, sfavorito dal mancato funzionamento dell’ala mobile nella prima parte di gara.

Quest’oggi Alex Lynn (Dams) si rende protagonista di una partenza da urlo, andando subito ad insidiare il leader Norman Nato (Arden). Il pilota del team Arden resiste pochi giri alla pressione imposta dal campione GP3 2014, per poi cedere il passo per un evidente calo di gomme.

Lynn si porta così in testa e conduce la corsa con autorita’ fino alla bandiera a scacchi, non scomponendosi minimamente nonostante la pressione imposta dal rimontante nonche’ dominatore di weekend, Stoffel Vandoorne (ART).
Uno Stoffel Vandoorne deciso quando serve, vedi la partenza da manico assoluto e l’attacco a Norman Nato per portarsi negli scarichi di Lynn. Un Vandoorne capace anche di ragionare in macchina, prendendo spazio da Lynn nel finale per portarsi a casa il giro veloce e tre punti aggiuntivi, preziosi in ottica iridata.

Completa il podio un Pierre Gasly (Dams) nuovamente positivo, sebbene sia mancato lo spunto necessario a reggere il passo dei primi due. Quarto e’ Alexander Rossi (Racing Engineering), davvero costante in questo avvio di stagione davanti alla sorpresa Artem Markelov (Russian Time), velocissimo tra i curvoni della pista catalana dopo una prima stagione di apprendistato.

Grande peccato per il nostro Raffaele Marciello (Trident), tradito dal repentino stacco del limitatore di potenza della “Virtual Safety Car”, attivata per l’incidente occorso al primo giro tra Rene Binder (Trident) e Andre Negrao (Arden). Dopo un giro di “caution” a passo limitato, la corsa e’ ripresa nel tratto misto di pista con Lello (3° in quel momento) che, sorpreso, non e’ riuscito a dosare ottimamente il gas in accelerazione, partendo in testacoda e precipitando in fondo al gruppo.

 

Classifica – Gara 2

PosDriverTeamGap
1Alex LynnDAMS41m30.395s
2Stoffel VandoorneART Grand Prix2.204s
3Pierre GaslyDAMS8.320s
4Alexander RossiRacing Engineering9.614s
5Artem MarkelovRUSSIAN TIME11.964s
6Rio HaryantoCampos Racing13.686s
7Norman NatoArden International23.506s
8Arthur PicCampos Racing25.090s
9Daniel de JongMP Motorsport32.003s
10Sergey SirotkinRapax33.552s
11Jordan KingRacing Engineering33.591s
12Nathanael BerthonLazarus34.276s
13Zoel AmbergLazarus34.560s
14Nick YellolyHilmer Motorsport38.041s
15Sergio CanamasasMP Motorsport42.181s
16Julian LealCarlin42.742s
17Raffaele MarcielloTrident43.110s
18Nobuharu MatsushitaART Grand Prix46.006s
19Richie StanawayStatus Grand Prix53.190s
20Marlon StockingerStatus Grand Prix53.573s
21Andre NegraoArden International55.887s
22Marco SorensenCarlin59.535s
23Robert VisoiuRapax1m01.886s
Johnny Cecotto Jr.Hilmer MotorsportRetirement
Mitchell EvansRUSSIAN TIMENot started
Rene BinderTridentRetirement

 

Classifica campionato

PosDriverPoints
1Stoffel Vandoorne86
2Rio Haryanto49
3Alexander Rossi46
4Mitchell Evans28
5Alex Lynn25
6Nathanael Berthon16
7Pierre Gasly16
8Jordan King12
9Robert Visoiu12
10Julian Leal10
11Raffaele Marciello8
12Nobuharu Matsushita7
13Artem Markelov6
14Norman Nato6
15Arthur Pic3
16Andre Negrao3
17Richie Stanaway1

 

Lorenzo Lucidi


Stop&Go Communcation

Alex Lynn conquista un’eccezionale vittoria da rookie nella Sprint Race di Barcellona. Vandoorne si accontenta del podio, errore per Marciello.

http://www.stopandgo.tv/wp-content/uploads/2015/05/1429109758.jpg Barcellona, Gara 2: Lynn ferma Vandoorne!