Stefano Coletti è sempre più leader nella classifica generale della GP2 Series, grazie alla seconda vittoria stagionale raccolta in Gara 2 a Barcellona. Grazie a una ottima partenza, per lui ormai una costante, il pilota monegasco è riuscito subito a balzare in testa, controllando poi la situazione con estrema autorevolezza.

L’alfiere della Rapax dopo tre weekend ha accumulato ben 93 lunghezze, e può essere considerato a tutti gli effetti il più serio candidato per il titolo, in virtù inoltre di una invidiabile costanza.

In piazza d’onore ha chiuso Robin Frijns, con un’altra prestazione da incorniciare dopo quella che ieri gli ha garantito la vittoria nella Feature Race. L’olandese, ottavo in griglia, è stato formidabile in avvio ritrovandosi secondo già alla fine del primo giro. Inizialmente Felipe Nasr ha tentato più volte un attacco, ma alla lunga il brasiliano non è stato in grado di rimanere incollato al rivale della Hilmer Motorsport, stabilendosi su una solida terza piazza.

Il buon bottino del team Carlin è completato dalla 4° posizione di Jolyon Palmer, che ha viaggiato sostanzialmente in solitudine.

Dopo un intenso giro di apertura la corsa è stata a lungo priva di grosse emozioni, ma si è riaccesa incredibilmente a poche tornate dal termine con la lotta per la quinta piazza, propiziata anche dal degrado delle gomme Pirelli.

Johnny Cecotto (5°) è andato a capeggiare un lunghissimo trenino, macchiandosi però di una scorrettezza molto simile a quella compiuta nelle qualifiche di Sepang ai danni di Sam Bird. Il venezuelano in uscita dalla Curva 13 ha accompagnato verso l’erba Sergio Canamasas, che aveva praticamente completato un pulito sorpasso all’interno. Un episodio che al portacolori della Arden può costare una penalità, in quanto messo sotto investigazione dagli stewards. Pochi metri dopo lo spagnolo è stato tamponato in frenata da Rio Haryanto, rimanendo (come ieri) senza l’alettone posteriore.

In questa convulsa bagarre, che ha visto verificarsi altre manvore al limite, sono emersi Alexander Rossi, Kevin Ceccon e Daniel Abt, riusciti a fare il proprio ingresso in zona punti giungendo sesto, settimo e ottavo. È rimasto di nuovo a secco Fabio Leimer (9°), scavalcato in classifica generale da Nasr.

Allo start brivido per Tom Dillmann, rimasto fermo in griglia. La sua monoposto, per fortuna, è stata evitata da tutti gli altri concorrenti. Ripartito doppiato, il francese si è consolato con il best lap messo a segno.

Classifica

01. Stefano Coletti – Rapax – 26 giri
02. Robin Frijns – Hilmer Motorsport – +0.691
03. Felipe Nasr – Carlin – +7.212
04. Jolyon Palmer – Carlin – +12.129
05. Johnny Cecotto – Arden – +35.593
06. Alexander Rossi – Caterham Racing – +36.991
07. Kevin Ceccon – Trident Racing – +38.483
08. Daniel Abt – ART Grand Prix – +39.645
09. Fabio Leimer – Racing Engineering +40.664
10. Jon Lancaster – Hilmer – +41.353
11. James Calado – ART Grand Prix – +41.464
12. Sam Bird – Russian Time – +41.876
13. Mitchell Evans – Arden – +42.520
14. Sergio Canamasas – Caterham Racing – +44.190
15. Stephane Richelmi – DAMS – +44.227
16. Simon Trummer – Rapax – +44.487
17. Kevin Giovesi – Venezuela GP Lazarus – +44.628
18. Daniel de Jong – MP Motorsport – +45.041
19. Rene Binder – Venezuela GP Lazarus – +48.132
20. Marcus Ericsson – DAMS – +53.650
21. Adrian Quaife-Hobbs – MP Motorsport – +53.938
22. Jake Rosenzweig – Barwa Addax – +1:02.518
23. Nathanael Berthon – Trident Racing – +1:06.632
24. Rio Haryanto – Barwa Addax – +1:25.590
25. Julian Leal – Racing Engineering – a 1 giro
26. Tom Dillmann – Russian Time – a 1 giro

Jacopo Rubino


Stop&Go Communcation

Stefano Coletti è sempre più leader nella classifica generale della GP2 Series, grazie alla seconda vittoria stagionale raccolta in Gara 2 a Barcellona.

http://www.stopandgo.tv/wp-content/uploads/2013/05/gp2-coletti-rapax-120513-02.jpg Barcellona, Gara 2: Coletti sempre più leader, Frijns 2°