Con il 4° tempo (1:47.280) ottenuto nell’ultima giornata in programma, domenica scorsa, Alexander Rossi si è rivelato il miglior rookie nei test collettivi della GP2 Series ad Abu Dhabi. L’americano in realtà conosceva già il circuito di Yas Marina per aver partecipato ai due round disputati nel campionato asiatico, ma il risultato ottenuto è stato comunque di grande rilievo.

In azione per la Racing Engineering, Rossi si è guadagnato i complimenti di Alfonso de Orlenas Borbon, il proprietario della compagine spagnola: “Sono rimasto sorpreso dal suo talento. Può essere senza dubbio uno dei protagonisti del 2011, per noi è stato un piacere lavorare insieme a lui”.

“Ovviamente si punta sempre al primo posto, ma ci sono un sacco di fattori e di variabili che intervengono in uno scenario così combattuto”, ha raccontato il driver di origini italiane. “Sono molto soddisfatto della progressione compiuta, dopo aver sistemato alcuni problemi nell’assetto. La vettura non è poi così impegnativa da guidare, si trattava soprattutto di sfruttare al meglio i pneumatici Bridgestone, che hanno un range ridotto di prestazione massima. Capire questo aspetto, e destreggiarsi nel traffico, è stato molto importante. In GP2 far bene nelle qualifiche significa essere a metà dell’opera, ma non è affatto semplice riuscire a mettere insieme un giro perfetto”.

“Mi auguro che quanto fatto con la Racing Engineering possa essere il preludio a qualcosa di più ampio in futuro”, ha ammesso il californiano, che il giorno precedente (sabato 23) era stato invece al via per la Arden. “È un’altra formazione fantastica, mi sono trovato bene anche con loro. Sono stato un po’ più arretrato in classifica, ma in realtà eravamo in grado di stare nelle prime sette/otto posizioni”.

“Nel complesso sono state prove positive, in cui ho avuto modo di misurarmi con due team di spessore. Ho fatto una buona impressione e ho stretto relazioni interessanti”, ha raccontato Rossi. “Adesso si tratta di decidere la giusta destinazione e di completare il budget”.

Dopo una annata da protagonista in GP3, infatti, Rossi è pronto al passo successivo: si tratterà di scegliere tra GP2 e Formula Renault 3.5, in cui le premesse sono state già ottime. Nelle sessioni di ottobre svoltesi a Barcellona e Alcaniz, Alexander ha viaggiato costantemente al vertice insieme alla ISR, dopo aver inoltre stupito tutti nella gara di Montecarlo a maggio. Un annuncio in merito potrebbe arrivare entro fine mese.

Jacopo Rubino


Stop&Go Communcation

Con il 4° tempo (1:47.280) ottenuto nell’ultima giornata in programma, domenica scorsa, Alexander Rossi si è rivelato il miglior rookie […]

http://www.stopandgo.tv/wp-content/uploads/2011/12/gp2-031210-01.jpg Alexander Rossi, il rookie più veloce sul circuito di Yas Marina: “Prove positive”