Un weekend davvero nero quello vissuto a Shanghai da Mark Webber. Dopo le vicissitudini di ieri, il pilota australiano è stato costretto al ritiro al 16esimo giro a causa di un fissaggio difettoso della ruota posteriore destra. Non solo: per lui ci sarà una penalità di tre posizioni da scontare sulla griglia del prossimo Gran Premio in Bahrain.

L’alfiere della Red Bull, infatti, è stato sanzionato per l’incidente con Jean-Eric Vergne avvenuto durante il giro precedente.

Webber ha cercato di forzare un sorpasso all’interno del francese, ma le due vetture sono venute al contatto. Sulla RB9 è rimasta danneggiata l’ala anteriore, e per questo motivo Webber è rientrato ai box in anticipo: da qui il cambio gomme che gli è costato l’abbandono.

“Credo che Mark non potesse passarmi dove ha tentato, non sono neanche sicuro che volesse farlo”, ha commentato Vergne. “Sicuramente non sapevo nemmeno che fosse lì. Purtroppo l’impatto mi ha mandato in testacoda e ha rovinato il fondo della macchina. Da lì in poi la mia gara è stata difficile, avevo perso molto carico aerodinamico”.

Per la cronaca il portacolori della Toro Rosso ha tagliato il traguardo in 12° piazza.

Penalità ancora più severa per Esteban Gutierrez, reo di aver travolto in staccata al quinto giro la Force India di Adrian Sutil. Il messicano della Sauber, fuori gioco come il tedesco, a Sakhir sarà retrocesso di cinque posti rispetto al risultato che conseguirà in qualifica.

“Sono arrivato troppo forte. Ho frenato nel solito punto, ma non ho previsto la perdita di carico e la maggiore velocità (a causa del DRS, ndr). Ho fatto il possibile per fermarmi, ma non ci sono riuscito. È senza dubbio colpa mia, mi scuso con Adrian e la sua squadra”, ha però ammesso Gutierrez con estrema sincerità.


Stop&Go Communcation

Mark Webber e Esteban Gutierrez saranno arretrati sulla griglia del prossimo GP in Bahrain a causa degli incidenti di oggi a Shanghai con Vergne e Sutil.

http://www.stopandgo.tv/wp-content/uploads/2013/04/f1-webber-140413-02.jpg Webber e Gutierrez penalizzati sulla griglia di Sakhir