A secco di punti dal Gran Premio del Canada andato in scena sul circuito di Montreal nel giugno scorso, il portacolori della Force India Vitantonio Liuzzi è convinto che alla ripresa delle attività in quel di Spa Francorchamps il prossimo 29 agosto la compagine diretta dal magnate Vijay Mallya non potrà attestarsi sui livelli di competitività espressi in Belgio dal suo connazionale Giancarlo Fisichella nell’edizione del 2009.

A Spa mi aspetto di guidare una vettura abbastanza competitiva – ha puntualizzato Liuzzi – non sarà comunque facile ripetere l’impresa dello scorso anno, perché all’epoca avevamo monoposto differenti e qualche squadra utilizzava il KERS. Diversi teams hanno migliorato in termini di velocità, quindi non penso potremo contare sul vantaggio che consentì a Fisichella di ottenere la pole position al sabato pomeriggio e il secondo posto dietro alla Ferrari di Kimi Raikkonen in gara. Ritengo tuttavia che saremo probabilmente in grado di battagliare per un posto sul podio”.

Secondo quanto affermato dal 29enne pilota italiano, promosso titolare dalla Force India nel week-end del Gran Premio d’Italia 2009 in sostituzione di Fisichella, chiamato invece alla Ferrari per rimpiazzare l’inconsistente Luca Badoer, la Force India avrà infatti l’occasione di compiere un determinante salto di qualità: “A inizio anno dicevamo di voler concludere almeno una gara sul podio, ebbene sono dell’idea che il circuito di Spa Francorchamps sia il luogo giusto per ottenerlo. Non si tratterà ovviamente di una passeggiata perché nel frattempo i nostri rivali hanno lavorato duramente sviluppando le vetture, ma la nostra monoposto dovrebbe adattarsi bene al tracciato belga. In Canada, del resto, abbiamo dimostrato di avere un ottimo potenziale su alcune tipologie di piste. Senza l’intoppo al via con la Ferrari di Felipe Massa, a Montreal sarei finito nella top 5. E’ per questo che sono fiducioso in vista di Spa”.

Liuzzi incolpa poi la sfortuna per spiegare la mancata presenza di una Force India in zona punti negli ultimi due Gran Premi: “Siamo stati semplicemente poco fortunati, dal momento che il ritmo era buono. Non abbiamo un passo così diverso rispetto ai piloti della Renault, il punto è che Sauber e Williams si sono avvicinate parecchio, accorciando le distanze nei nostri riguardi. Nelle prime gare della stagione il divario tra le compagini regolarmente presenti nella top ten era più evidente, ora invece le cose sono cambiate e il gruppo è molto compatto. Dal canto nostro vogliamo tornare presto in zona punti, e di sicuro non ci tireremo indietro nella lotta per il sesto posto nella classifica riservata ai costruttori”.

Ermanno Frassoni


Stop&Go Communcation

A secco di punti dal Gran Premio del Canada andato in scena sul circuito di Montreal nel giugno scorso, il […]

http://www.stopandgo.tv/wp-content/uploads/2011/12/liuz2.jpg Vitantonio Liuzzi fa le carte al Gran Premio del Belgio: “A Spa non saremo sui livelli del 2009”