Sebastian Vettel mantiene la vetta del Mondiale con il quarto posto ottenuto ieri a Shanghai. Il pilota tedesco, nono sulla griglia, ha adottato una strategia diversa rispetto ai principali avversari, effettuando il primo stint con le gomme medie, e prolungando quindi la permanenza in pista.

Questo gli ha permesso di arrivare persino in vetta, anche se nulla ha potuto fare quando Fernando Alonso lo ha attaccato. Nel finale l’alfiere della Red Bull ha dovuto effettuare la sosta obbligatoria per montare le coperture soft, e scivolato al quarto posto ha sfiorato il rientro in zona podio chiudendo alle spalle di Lewis Hamilton.

“Dopo l’ultimo stop il team mi ha detto che c’era un grande ritardo dalle macchine davanti, ma anche da quelle dietro, così abbiamo pensato di provarci”, ha raccontato il campione del mondo in carica. “Quando sono arrivato sul lungo rettilineo vedendo Lewis in fondo ho creduto che fossimo troppo lontani, ma grazie alle gomme fresche eravamo molto più veloci”.

“È un peccato essere rimasto dietro per così poco, ci fossero state un paio di curve in più avrei tentanto qualcosa”.

Vettel, in ogni caso, non è troppo deluso: “La nostra tattica ha funzionato. Sapevamo che sarebbe stata dura e che fondamentale era percorrere alcuni giri con strada libera, ma nel primo stint non è stato possibile”, ricorda. “Ero più rapido di Nico (Hulkenberg, ndr), ma quando segui un’altra macchina metti in crisi le gomme anteriori ed è complicato trovare un compromesso. In generale, comunque, possiamo essere soddisfatti”.


Stop&Go Communcation

Sebastian Vettel mantiene la vetta del Mondiale con il quarto posto ottenuto ieri a Shanghai, un risultato che tutto sommato lo soddisfa.

http://www.stopandgo.tv/wp-content/uploads/2013/04/f1-vettel-redbull-150413-02.jpg Vettel si tiene il 4° posto: “La tattica ha funzionato”