L’inattesa vittoria ottenuta in Malesia, a dispetto dei pur evidenti progressi mostrati in questo avvio di stagione, non deve cambiare gli obiettivi più immediati della Ferrari.

Parole di un Sebastian Vettel che, alla vigilia delle prove libere del GP della Cina, invita l’ambiente del Cavallino a tenere i piedi ben saldi a terra: “Abbiamo disputato solo due gare, credo che bisognerà attendere ancora un po’ per capire dove siamo realmente. Il nostro target è quello di confermarci come primo team alle spalle della Mercedes; ciò significa che non dovremo fare meglio di Williams e Red Bull per una o due gare, ma per tutta la stagione. Solo dopo aver centrato questo risultato potremo pensare a ridurre sempre più il gap dalla Mercedes”.

Testa bassa e lavorare, in sintesi, il comandamento che da Maranello è arrivato anche a Shanghai: “Siamo riusciti a fare un buon lavoro in Malesia, ma qui e nelle prossime prove dobbiamo essere realistici su quello che potremo ottenere, i nostri obiettivi non sono cambiati. Non credo che la Mercedes sia in calo, è stato bello vedere il nostro livello di competitività, ma abbiamo anche avuto alcune circostanze favorevoli”, ha concluso Vettel”.

Federico Fadda


Stop&Go Communcation

Sebastian invita la Ferrari a non montarsi la testa dopo la vittoria in Malesia.

http://www.stopandgo.tv/wp-content/uploads/2015/04/Vettel02.jpg Vettel predica prudenza: “Dobbiamo essere realisti, Mercedes ancora avanti”