È partito bene il weekend di Sepang per la Red Bull, con Sebastian Vettel e Mark Webber che, senza sorprese, hanno stazionato nel gruppo dei primissimi durante questo venerdì di prove libere.

L’australiano è stato il più veloce di tutti nella prima sessione, per poi chiudere 5° nel pomeriggio. Il campione del mondo in carica, terzo in mattinata, ha alla fine ottenuto la piazza d’onore nel secondo turno, alle spalle di Kimi Raikkonen. Per entrambi le sensazioni sono buone, nonostante rimanga qualche incognita da sciogliere a causa della pioggia arrivata a disturbare le FP2.

“È stato inusuale che nella seconda sessione una parte della pista fosse piuttosto umida e l’altra parte fosse asciutta, ma tutto è tornato in fretta alla normalità per via del forte caldo”, ha raccontato Vettel. “Nel pomeriggio non abbiamo potuto fare moltissimo a causa del meteo, ma in mattinata la situazione è sembrata positiva”.

“Le gomme, però, non durano a lungo!”, ha esclamato il tedesco. “Dovremo provare alcune soluzioni per progredire e fare un passo avanti”.

Abbastanza soddisfatto anche Webber, che indica nell’utilizzo delle coperture Pirelli, ancora una volta, la chiave vincente: “È filato tutto liscio, ma bisogna migliorare. In queste condizioni i pneumatici slick non erano male e il loro comportamento ai fini della strategie sembra interessante”.

“Le gomme restano ancora la componente principale al momento, dipende tutto da loro. In macchina fa piuttosto caldo, ma è così per tutti e in generale non è terribile rispetto agli anni precedenti”.


Stop&Go Communcation

È partito bene il weekend di Sepang per la Red Bull. Sebastian Vettel e Mark Webber, però, cercano progressi nella gestione delle gomme Pirelli.

http://www.stopandgo.tv/wp-content/uploads/2013/03/f1-redbull-220313-01.jpg Vettel e Webber in cerca di progressi con le gomme