Sebastian Vettel, già matematicamente campione del mondo, prenderà il via del Gran Premio di Corea dalla seconda posizione, dietro solamente a Lewis Hamilton, in grado di interrompere l’imbattibilità della Red Bull in qualifica.
 
Il tedesco in extremis è riuscito a superare Jenson Button e a prendersi quantomeno la prima fila, anche se questo lo costringerà partire dalla parte sporca della pista.
 
“Le McLaren sono molto competitive”, ha commentato Vettel. “Sono stati estremamente veloci sia sull’asciutto che sul bagnato e anche se abbiamo spinto quasi al limite, siamo riusciti ad avvicinarci a loro più di quanto ci aspettassimo”.
 
Nonostante il campionato piloti sia già stato assegnato, in gioco c’è ancora la corona iridata per i team: l’alto degrado delle gomme preoccupa non poco il numero 1 in carica. Per questo motivo la Red Bull ha deciso di risparmiare un set di gomme morbide per la corsa, scelta appoggiata da Sebastian: “La gara è lunga e possono accadere molte cose, soprattutto sarà cruciale il degrado dei pneumatici. Speriamo che la nostra strategia venga ripagata”.

Vettel non subirà penalizzazioni per il taglio della Curva 5 compiuto in Q3, durante un giro di rallentamento. I commissari hanno constatato che l’iridato non ha tratto alcun vantaggio da questa manovra, archiviando così la pratica.

Eleonora Ottonello


Stop&Go Communcation

Sebastian Vettel, già matematicamente campione del mondo, prenderà il via del Gran Premio di Corea dalla seconda posizione, dietro solamente […]

Vettel: “Domani possono accadere molte cose”. Per lui nessuna penalità